Home » Busiate trapanesi fatte in casa

Busiate trapanesi fatte in casa

Con video ricetta passo passo

by Ada Parisi
5 min read
Busiate trapanesi fatte in casa

Le busiate trapanesi sono, insieme ai MACCHERONI AL FRRETTO, uno dei formati di pasta fresca più caratteristici della Sicilia. E sono uno dei simboli della cucina siciliana nel mondo, soprattutto se condite con il famoso PESTO ALLA TRAPANESE. La forma arricciata a spirale le rende uniche e oggi sono prodotte sia a livello artigianale, sia industriale, come formato di pasta secca. Prepararle in casa non è affatto difficile, ma è necessario capire bene il movimento per fare arricciare l’impasto: ve lo mostro in questa VIDEO RICETTA sul mio canale YouTube. Iscrivetevi se volete, è gratis.

Busiate trapanesi: dosi, ingredienti e trucchetti

Le busiate, come tutta la pasta siciliana fatta in casa, sono a base di semola di grano duro. E si possono preparare anche con varietà di grani antichi come tumminia, biancolilla, bidì, russello o perciasacchi. In questo modo si ottiene una pasta più rustica come consistenza e molto più profumata. Le dosi sono sempre un po’ indeterminate,  ma se utilizzate una semola di grano duro normale solitamente la quantità di acqua (vi consiglio di usarla calda) è la metà del peso della farina. Ad esempio, per 500 grammi di semola, 250 millilitri di acqua. Dovete comunque imparare a “sentire l’impasto” per capire se sia troppo secco (aggiungete qualche goccia di acqua) o troppo umido (aggiungete un cucchiaio o due di farina). Importantissimo il riposo dell’impasto, che deve avvenire a temperatura ambiente, coperto da un canovaccio pulito o avvolto nella pellicola per alimenti. In questo modo si formerà la maglia glutinica, poi si rilasserà e, quando lavorerete le busiate, l’impasto sarà morbido e flessibile.

Il nome ‘busiate’ potrebbe derivare da “busio”, ovvero un ferro da maglia. Perché anticamente questa pasta, come anche i maccheroni al ferretto, veniva realizzata utilizzando proprio ferri da maglia o sottili canne di giunco. In casa potete utilizzare i comuni spiedini di legno per involtini (non gli stuzzicadenti!). Potete condire le busiate anche con sughi rossi, a base SALSICCIA, SALSICCIA E VERDURE,  o di pesce. Come il RAGU’ DI PESCE SPADA E MELANZANE o il SUGO DI TONNO ALLA EOLIANA. E ora vi auguro buon appetito!

Busiate trapanesi fatte in casa

BUSIATE TRAPANESI FATTE IN CASA

Porzioni: 4 Preparazione: Cottura:
Nutrition facts: 250 calories 20 fat
Rating: 5.0/5
( 2 voted )

Ingredienti

500 grammi di semola di grano duro

250 millilitri di acqua minerale naturale (tiepida o calda)

mezzo cucchiaino da caffè di sale fino

Procedimento

La ricetta delle busiate trapanesi è molto semplice. La parte più complicata è l'arrotolamento, ma questo lo vedete nel dettaglio nella VIDEO RICETTA sul mio canale YouTube.

Innanzitutto mettere sul piano di lavoro la semola di grano duro e il sale. Aggiungere l'acqua poca per volta iniziando ad impastare con la punta delle dita in modo che la farina assorba il liquido. Vi consiglio di usare acqua calda o almeno tiepida, perché questo favorisce il formarsi della maglia glutinica. Vi suggerisco anche di usare non acqua del rubinetto ma una minerale naturale (quella che bevete).

Impastate fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo. Qualora vi sembrasse troppo secco potete aggiungere ancora un po' di acqua: procedete a piccoli cucchiaini, in modo da non rischiare di renderlo troppo umido. In questo caso, ovviamente potete aggiungere un po' di semola.

Lavorate l'impasto a mano vigorosamente per 5-10 minuti. Poi avvolgetelo nella pellicola per alimenti e lasciatelo riposare per un'ora a temperatura ambiente.

Trascorso questo tempo, procedete a creare le busiate. Nella VIDEO RICETTA vedete il procedimento completo: dovete procurarvi uno spiedino lungo in legno, di quelli con cui si fermano gli involtini. Staccate un pezzetto di impasto, ricavate un cordoncino sottile e tagliatelo a pezzetti più o meno lunghi a secondo di quanto volete lunghe le busiate. A me non piacciono troppo lunghe perché poi sono difficili da gestire quando si mangiano. Preferisco una lunghezza media.

Seguite il procedimento che vi mostro su YouTube: poggiate lo spiedino su una estremità dell'impasto, fermata con una leggera pressione e arrotolate l'impasto sullo spiedino tirandolo leggermente. Per un risultato migliore, passate leggermente il pezzetto di impasto nella semola prima di arrotolarlo sullo spiedino.

Una volta formate tutte le busiate avete tre scelte: cuocerle immediatamente, il tempo di cottura è di circa 5 minuti. Congelarle mettendole in un vassoio e, una volta congelate, in un sacchetto gelo. In questo modo quando le mangerete saranno come fresche e potrete cuocerle direttamente, senza scongelare la pasta. Oppure farle seccare: mettete le busiate su una gratella, in modo che non si tocchino, e lasciatele per 12-24 ore in un luogo asciutto e ventilato. Dovete però consumarle entro 4-5 giorni al massimo. E ora vi auguro buon appetito!

Hai provato questa ricetta?
Se ti è piaciuta taggami su Instagram @sicilianicreativi

Hai già visto queste ricette?

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web. * By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.