Banana bread (con uvetta e nocciole)

Oggi vi porto in America per un dolce tanto semplice quanto gustoso: il banana bread. Letteralmente banana bread si traduce con “pane alle banane”, ma in effetti è un plumcake sofficissimo a base di banane schiacciate. La cosa fondamentale è che le banane siano molto, molto mature: avete presente quelle banane piene di macchie scure sulla buccia, che emanano un profumo intenso? Ecco, proprio queste banane che magari avevamo dimenticato di mangiare, possono essere riciclate per preparare il banana bread, un dolce delizioso che a me piace arricchire con nocciole tritate e uva passa. La mia ricetta preferita è quella del sito “Live well, bake often”. Uso sempre solo zucchero di canna, ma se volete potete usare in parte o in toto lo zucchero semolato. Il banana bread si prepara in un attimo e dura a lungo soffice e umido, basta avere l’accortezza di avvolgere il dolce in pellicola per alimenti. E’ ottimo così com’è a colazione, ma anche accompagnato da burro e marmellata, o potete arricchirlo congelato o crema inglese e offrirlo come dessert a cena ai vostri ospiti. Provate anche il plumcake semplice e goloso con le gocce di cioccolato oppure quello al limone e lamponi, alle pere e cannella o il pane d’arancia. Buona giornata!

BANANA BREAD (ricetta americana), dosi per uno stampo standard da plumcake

Print This
PORZIONI: 8 TEMPO DI PREPARAZIONE: TEMPO DI COTTURA:

INGREDIENTI

  • 250 grammi di farina 00
  • 5 grammi di lievito per dolci
  • la punta di un cucchiaino di bicarbonato
  • cannella in polvere, quanto basta
  • un cucchiaio di estratto di vaniglia Bourbon o i semi di una bacca intera
  • un pizzico abbondante di sale fino
  • 120 grammi di burro a temperatura ambiente
  • 150 grammi di zucchero di canna fine
  • 120 grammi di uova (2 uova grandi, ma pesatele)
  • 4 grandi banane molto molto mature
  • 80 grammi di nocciole tritate grossolanamente
  • 40 grammi di uva passa

PROCEDIMENTO

Banana bread

Per preparare il banana bread dovete preriscaldare il forno a 180 gradi statico.

Imburrare e infarinare lo stampo da plumcake. Schiacciare bene le banane con una forchetta, in modo da ottenere una poltiglia. In alternativa, potete anche frullarle nel mixer: nel primo caso otterrete un banana bread con qualche pezzetto di banana all’interno, nel secondo caso una consistenza uniforme e più soffice.

Setacciare la farina, il bicarbonato e il lievito in una ciotola, poi aggiungere la cannella e il sale.

Mettere l’uva passa a bagno in acqua calda per 15 minuti, poi scolare e asciugare con cura.

Mettere in una ciotola il burro morbido e lo zucchero e montare con le fruste elettriche fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso (ci vorranno circa 5 minuti, se il burro è abbastanza morbido). Aggiungere l’estratto (o i semini) di vaniglia. Poi unire al composto prima un uovo, continuando a montare con le fruste finché non sarà perfettamente incorporato, poi il secondo. Quanto il composto avrà assorbito entrambe le uova, aggiungere le banane schiacciate e incorporarle alla massa.

Infine, aggiungere piano piano gli ingredienti secchi (farina, lievito, sale e cannella) e mescolare velocemente e non troppo a lungo con un cucchiaio, finché non si saranno amalgamati.

Aggiungere all’impasto del banana bread le nocciole tritate grossolanamente e l’uva passa leggermente infarinata (in questo modo si distribuirà meglio nell’impasto).

Versare il composto nello stampo e livellarlo. Cuocere per 60 minuti o finché, infilando uno stuzzicadenti al centro del banana bread, non ne uscirà completamente asciutto. Se, a metà cottura, doveste accorgervi che il banana bread sta diventando troppo scuro in superficie, coprite la superficie del dolce con un foglio di carta alluminio. Quando il banana bread sarà cotto, sfornate e lasciate raffreddare per 30 minuti nello stampo, poi sformare il dolce e lasciarlo raffreddare su una gratella. Potete gustare il banana bread da solo o con burro e marmellata a colazione, oppure servirlo accompagnato da una crema inglese (come quella che trovate qui nella ricetta delle mele ripiene al forno) per cena. Buon appetito!

 

Dai una occhiata anche a...

2 comments

elisabetta corbetta 5 ottobre 2018 at 08:41

E’ un dolce che volevo preparare in questi giorni.
Grazie molte per la tua ricetta
Un bacione

Reply
Ada Parisi 5 ottobre 2018 at 12:23

grazie a te e fammi sapere

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.