Home » Baccalà con salsa al prezzemolo e verdure autunnali

Baccalà con salsa al prezzemolo e verdure autunnali

by Ada Parisi
9898 views 5 min read
Baccalà con salsa al prezzemolo e verdure autunnali

Baccalà con salsa al prezzemolo e verdure autunnali. Oggi una ricetta facile facile, che si prepara in tre mosse: il pesce, la salsa e le verdure al forno. E’ una ricetta davvero leggera ma gustosissima, e facilmente personalizzabile in base ai vostri gusti: io ho usato verdure autunnali come rape bianche, rape rosse, cavolfiore e patate dolci, ma potete usare quello che preferite, il metodo di cottura resta sempre lo stesso.

Potete anche lasciare stare le verdure e preparare solo il baccalà con la salsa verde e accompagnarlo a una insalata mista. Il baccalà, ovviamente già ammollato, è cotto per pochi minuti in tegame con un filo d’olio su lato della pelle, che diventa croccantissima. Per saperne di più sul baccalà, come si ammolla e come si usa in cucina, leggete il mio articolo BACCALA’ E STOCCAFISSO: PROPRIETA’, DIFFERENZE E USO IN CUCINA.

La salsa che accompagna il baccalà è una sorta di salsa verde con prezzemolo, capperi, limone e alici, tutto frullato a crudo. Le verdure cuociono in forno in 20 minuti, basta tagliarle a pezzi piccoli. Se vi piace il baccalà provate questa ricetta: io l’ho ideata per la mia dieta, perché non riesco a punire il palato più di tanto, altrimenti la dieta la reggo due giorni e poi mi mangio la cucina intera. vi assicuro che il baccalà con salsa al prezzemolo e verdure autunnali non penalizza affatto il gusto. Anzi. A questo punto vi suggerisco semplicemente di dare una occhiata a tutte le mie RICETTE CON IL BACCALA’ e alla VIDEO RICETTA DEL BACCALA’ AL POMODORO, una delle più viste di sempre, e vi auguro buona giornata.

Baccalà con salsa al prezzemolo e verdure autunnali

BACCALA' CON SALSA AL PREZZEMOLO

Porzioni: 4 Preparazione: Cottura:
Nutrition facts: 250 calories 20 fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

800 grammi di baccalà
un mazzetto di prezzemolo
2 acciughe sottolio
il succo di mezzo limone
sale e pepe, quanto basta
olio extravergine di oliva, quanto basta
40 grammi di pinoli
1 patata dolce di grande dimensione
3 rape rosse
3 rape bianche
6 cime di cavolfiore

Procedimento

Preriscaldare il forno a 200 gradi ventilato Lavare le verdure, sbucciare la patata e i due tipi di rape e dividere in cime il cavolfiore. Tagliare a spicchi le rape e a fette spesse la patata dolce, e dividere a metà ogni cima di cavolfiore. Rivestire una teglia con carta forno, ungerla con olio extravergine di oliva e disporvi le verdure (tenete le rape rosse separate dalle altre, perché altrimenti otterrete solo verdure rosa). Salare abbondantemente, pepare, irrorare di olio e infornare per 30 minuti o finché le verdure saranno cotte ma ancora croccanti.

Frullare il prezzemolo (senza i gambi), le acciughe, i pinoli, unendo succo di limone e olio extravergine fino a ottenere una composto denso ma non troppo omogeneo. Salare e mettere da parte.

Tagliare il baccalà in porzioni, senza togliere la pelle ma eliminando con una pinzetta eventuali lische. Versare un filo di extravergine su una griglia o un tegame in pietra, fare scaldare, Cuocere il baccalà sul lato della pelle per 5-7 minuti o finché la pelle del pesce non è croccante, quindi cuocere per un minuto dall’altro lato.

Spalmare sulla pelle del baccalà la salsa al prezzemolo, in modo che ne sia ricoperta.

Servire il filetto di baccalà disponendovi attorno le verdure in modo armonioso, e condire con qualche goccia di salsa. Irrorare con un filo di olio extravergine di oliva e servire immediatamente. Buon appetito!

L'ABBINAMENTO: Questa è una ricetta che unisce il sapore sapido del baccalà a quello vegetale del prezzemolo e delle verdure. Vogliamo suggerire un Franciacorta Docg brut satèn, prodotto con uve Chardonnay e Pinot bianco dalla Tenuta Moraschi: profumi fruttati e sentori di lievito, con un gusto elegante ed equilibrato, con un perlage molto fine e delicato.

Hai provato questa ricetta?
Se ti è piaciuta taggami su Instagram @sicilianicreativi

Hai già visto queste ricette?

4 commenti

Maja 17 Novembre 2015 - 11:32

Un’altra bellissima ricetta, grazie. Ho gente a cena fra qualche giorno e voila’, menu e’ fatto! Visto che e’ un pasto così’ leggero, magari 2 fili di pasta come primo…… :)
Ieri sera abbiamo provato i tuoi calamari ripieni col sugo di pomodoro; davvero fantastici. Sono stati un lavoraccio a riempire; li ho fatti con i calamari surgelati e per sbaglio avevo comprato quelli minuscoli- ce ne saranno stati più’ di 30 in 1 kilo! Li ho dovuti riempire con le mani- sembravano finger food, erano talmente piccini!!! Ne e’ valsa la pena comunque, perché’ erano carinissimi e buonissimi- ognuno era 2 bocconi al massimo. La prossima volta li faro’ con i calamari normali e sara’ una cosa velocissima. Grazie di nuovo (io continuo a ringraziarti per tutte queste meravigliose ricette-!!) e abbracci,
Maja

Reply
Ada Parisi 17 Novembre 2015 - 12:01

Grazia Maja! Si direi che due fili di pasta ci stanno proprio bene, altrimenti rischi che la cena lasci i tuoi ospiti affamati! Pensi di fare un primo di pesce? Quanto ai calamari, ho capito quelli di cui parli, immagino la fatica per riempirli, io di solito prendo quelli belli grandi! Sono felice in ogni caso che ti siano piaciuti! Non ringraziarmi più. Io mi diverto a cucinare e il fatto che tu provi le mie ricette è un ringraziamento più che sufficiente! Ti abbraccio, Ada

Reply
Salvatore 16 Novembre 2015 - 13:59

Buon giorno Ada. Amo il baccalà cucinato in tutti i modi. La tua ricetta di oggi la trovo delicata ma allo stesso tempo gustosa. Da provare.Brava. Un caro saluto. Salvatore

Reply
Ada Parisi 16 Novembre 2015 - 14:19

Buongiorno Salvatore. Anche io amo il baccalà in ogni modo. Ho già pronta un’altra ricetta :-) Grazie di cuore e un caro saluto a te. Ada

Reply

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web. * By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito usa cookies di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Ok Read More