Antipasti di Natale: 20 ricette da preparare in anticipo

Un classico antipasto natalizio: insalata russa, cremosa e ricca di verdure

Le feste natalizie mettono sempre chi cucina a dura prova. Innanzitutto il dubbio amletico su cosa sia meglio preparare per i menu di pranzi e cenoni di Natale e Capodanno. Una scelta che, in gran parte, dipende dagli ospiti: chi preferisce la carne, chi il pesce, chi è vegetariano, chi è a dieta, chi è semplicemente di gusti difficili. Insomma, nel 2019 preparare una cena importante che soddisfi tutti è sempre più complesso. Una volta scelta la tipologia di menu, arriva il secondo problema: l’organizzazione pratica. Preparare tutto all’ultimo momento è impossibile, anche per chi in cucina se la cava benissimo. Per aiutarvi con gli antipasti di Natale, ho pensato a 20 ricette da preparare in anticipo: tradizionali e moderne, facili ma eleganti. Per un Natale senza stress. E vi suggerirei anche di dare una occhiata a tutti i MENU DI NATALE che ho elaborato per voi negli anni precedenti, per trovare ispirazione per la tavola di Natale 2019.

Il consiglio: preparare qualcosa in anticipo

E’ quindi necessario pianificare qualcosa che si possa preparare in anticipo di uno o due giorni. Tra i piatti che si possono preparare con un congruo anticipo per i menu di Natale, ci sono sicuramente gli antipasti, i contorni e i dolci. Con una attenta pianificazione, potrete poi dedicarvi con calma alle preparazioni principali: i primi e i secondi piatti.

In linea di massima, a meno che non abbiate pochissimi ospiti e non siate cuoche esperte, vi sconsiglio di fare preparazioni complesse che non avete mai affrontato prima. Natale e Capodanno non sono le occasioni giuste per fare esperimenti. Il che non vuol dire portare in tavola le solite cose. Anche le ricette tradizionali possono essere innovate con piccoli e semplici tocchi e presentate con eleganza. Oggi ci concentriamo su antipasti e contorni da preparare in anticipo.

Gli ANTIPASTI DI NATALE devono essere semplici da preparare, belli da vedere e non troppo pesanti, visto che saranno seguiti da numerose portate. Potete decidere di servire gli antipasti al piatto, in porzioni individuali, oppure a centro tavola. In questo caso, dovrete prepararne più di uno.

I grandi classici a base di pesce

Tra gli antipasti che si possono preparare il giorno prima, ci sono sicuramente dei grandi classici come l’INSALATA RUSSA.  La potete preparare in anticipo di un giorno anche nella versione a base di pesce e conservare in frigorifero coperta da pellicola per alimenti a contatto. Il riposo in frigorifero valorizzerà i gusti dell’insalata russa, che si amalgameranno al meglio.

Ancora, le ALICI MARINATE: un tradizionale antipasto di pesce della cucina siciliana e del Sud Italia in genere, che si deve obbligatoriamente preparare con un giorno di anticipo. Ovviamente sulle alici marinate ci sono alcuni piccoli accorgimenti da seguire, ma vi spiego tutto nella ricetta. Se volete servire un  misto mare di marinati, potete preparare allo stesso modo salmone fresco, tonno fresco, gamberoni e servire un piatto misto.

Per chi vuole rispettare la tradizione, il BACCALA’ MANTECATO è un’altra opzione vincente. Semplice da preparare, si può fare anche con due giorni di anticipo e va conservato in frigorifero coperto da pellicola per alimenti. Ricordate solo di servirlo a temperatura ambiente e accompagnarlo con pane tostato. Sempre per la serie ricette classiche di Natale, l’INSALATA DI POLPO e, soprattutto al sud, l’INSALATA DI BACCALA’: due antipasti semplici di pesce che preparati in anticipo diventano ancora più buoni.

Per chi opta per un menu di pesce creativo un’ottima scelta è la CEVICHE, un piatto di origine peruviana composto da pesce crudo, verdure, avocado, frutta e succo di agrumi. Potete prepararlo con un giorno di anticipo: il pesce marinerà diventando più saporito. L’unica accortezza è aggiungere la frutta e le verdure all’ultimo momento, per mantenerle croccanti.

Torte salate e parmigiane: un jolly a Natale

Anche le torte salate e le parmigiane invernali possono essere servite tra gli antipasti di Natale. Soprattutto se al posto di un singolo antipasto al piatto optate per diverse preparazioni messe a centro tavola. La PARMIGIANA DI ZUCCA o la PARMIGIANA DI PATATE, la TORTA SALATA CON CARCIOFI E RICOTTA o la semplice TORTA RUSTICA CON SPINACI E RICOTTA sono perfette. Scaldate leggermente in forno fino a diventare appena tiepide e tagliate a fettine sono sempre un jolly.

Se volete qualcosa di più originale, scegliete una QUICHE AI FUNGHI PORCINI E TALEGGIO, una CROSTATA CON PERE, NOCI E GORGONZOLA o una torta salata con RADICCHIO TARDIVO E SCAMORZA AFFUMICATA.

Delizioso da servire in monoporzioni è anche lo SFORMATINO DI ZUCCA, PATATE E RICOTTA, che potete cuocere il giorno prima, conservare in frigorifero e poi scaldare in forno a 150 gradi in modo che ritorni soffice e cremoso. Se avete le cocotte individuali farete un figurone.

Antipasti a base di verdure, perfetti anche come contorni

Alcuni piatti, inoltre, possono essere sia ANTIPASTI sia sfiziosi CONTORNI per i menu di Natale e Capodanno. Le verdure di stagione offrono infinite possibilità. Ovviamente, il contorno che sceglierete dipenderà anche dall’orientamento del menu, se di carne o di pesce, ma ci sono alcuni piatti che si sposano quasi con tutto.

Ad esempio, i FINOCCHI IN AGRODOLCE o i FINOCCHI GRATINATI: che li serviate come antipasto o come contorno, sono leggeri e sfiziosi e potete serenamente prepararli con un giorno di anticipo. Quelli in agrodolce si servono freddi, mentre quelli gratinati dovete conservarli in frigorifero e riscaldarli leggermente in modo che la besciamelle ritorni cremosa.

Ancora, i CARCIOFI RIPIENI sono il classico contorno di sostanza (che fa anche da piatto di mezzo o da antipasto), che è obbligatorio fare riposare un giorno, per gustarlo al meglio. Facili da fare, sono anche vegetariani.

Ancora, la CAPONATA DI MELE o la CAPONATA DI CARCIOFI possono essere servite sia come antipasto, sia come contorno. Essendo piatti in agrodolce, la preparazione anticipata è obbligatoria e si servono fredde. Stessa indicazione anche per la ZUCCA IN AGRODOLCE, immancabile sulle tavole siciliane.

Dai una occhiata anche a...

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.