Torta soffice di farina di castagne

  • tortadicastagne3
  • tortadicastagne
  • tortadicastagne4
  • tortadicastagne5

Torta soffice di farina di castagne, adatta anche ai celiaci perché gluten free (potete usare la maizena al posto della farina 00). La farina di castagne è poco utilizzata in cucina, eccezione fatta per alcune tradizioni regionali come il castagnaccio e io ne ho acquistato un bel sacchetto in Toscana. Ho deciso quindi di fare qualche esperimento ed è nato questo dolce, morbido, profumato e aromatico. Volevo che fosse un dolce leggero, senza troppi zuccheri aggiunti perché la farina di castagne è naturalmente dolce e ho aggiunto anche l’uvetta, per esaltare il retrogusto affumicato della farina. Inizialmente l’ho provato con 40 millilitri di olio di semi, ma come sempre l’olio nei dolci non mi convince fino in fondo, quindi l’ho sostituito con poco burro. Se volete, potete gustare la ciambella di farina di castagne al naturale, cospargendo il dolce con un po’ di zucchero a velo e rendendolo così perfetto per la colazione e l’inzuppo nel latte o nel tè. Oppure potete ricoprire e guarnire la torta con una facilissima glassa all’acqua al cioccolato, rendendola più elegante. Per chi fosse davvero eccezionalmente goloso, c’è la possibilità di utilizzare una ganache al cioccolato e panna, molto più ricca della glassa all’acqua, e ovviamente molto più calorica. Buona giornata!

Ingredienti per una tortiera di 22 centimetri di diametro (24 ad anello):

  • 200 grammi di farina di castagne
  • 100 grammi di farina 00 (o maizena se avete una intolleranza al glutine)
  • 2 uova intere
  • 100 grammi di zucchero semolato
  • 250 millilitri di latte tiepido
  • 60 grammi di burro
  • 60 grammi di uvetta
  • 2 cucchiai di rum
  • un pizzico di sale
  • una bustina di lievito
  • poco estratto di vaniglia biologica (facoltativo)
  • burro e farina per la tortiera, quanto basta

per la glassa all’acqua al cioccolato

  • 150 grammi di zucchero a velo
  • 30 grammi di cacao amaro in polvere
  • acqua bollente, quanto basta

Separare gli albumi dai tuorli. Montare a neve ferma gli albumi con il pizzico di sale e mettere da parte. Mettere l’uvetta a bagno in acqua calda per 15 minuti, quindi asciugarla con cura e infarinarla leggermente. Fondere il burro a bagnomaria e lasciare raffreddare a temperatura ambiente. Scaldare il latte.

Mettere i tuorli in una ciotola capiente, aggiungere lo zucchero e frullare fino a ottenere un composto bianco e spumoso. Aggiungere la vaniglia e un terzo della farina di castagne e di quella 00 (o della maizena) setacciate insieme al lievito. Unire un terzo del latte e iniziare a montare con le fruste elettriche fino ad ottenere un composto cremoso e senza grumi. Procedere con il secondo terzo di farine e latte, frullare e completare con l’ultima parte di farine e latte. Aggiungere il rum e il burro sciolto, sempre lavorando l’impasto con le fruste elettriche: quando avrete ottenuto un composto liscio, lucido e senza grumi, aggiungere gradualmente gli albumi montati a neve, mescolando con una spatola e facendo un movimento dall’alto verso il basso in modo da incorporare più aria possibile.

Preriscaldare il forno a 180 gradi statico. Imburrare e infarinare la tortiera, io ne ho usata una per ciambelle, versavi l’impasto e cuocere la torta di castagne per 40 minuti o finché, inserendo al centro e in profondità uno stuzzicadenti, non ne uscirà asciutto. Sformare il dolce e metterlo su una gratella a raffreddare.

Potete gustare la torta di castagne così, semplicemente cosparso di zucchero a velo, o guarnirlo con la glassa all’acqua, che è estremamente facile da preparare, basta mescolare zucchero a velo e cacao setacciandoli insieme e aggiungere tanta acqua bollente quanto necessaria ad ottenere un composto abbastanza fluido da potere essere versato sul dolce. Aggiungete l’acqua goccia a goccia in modo da non eccedere. Lasciate solidificare la glassa per qualche minuto prima di servire. Buon appetito!

2 Responses to Torta soffice di farina di castagne

  1. elisabetta ha detto:

    Che bel dolce e che forma particolare che ha:
    Bacioni
    Elisabetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *