Torta di carote, mandorle e arance

Torta di carote, mandorle e arancia. Questo dolce mi ha fatto penare parecchio, ma alla fine ho vinto io. Avevo in mente da tempo una torta di carote rustica, con le carote e le mandorle che si vedessero e si sentissero bene nell’impasto, con un profumo di arancia e un gusto delicato ma chiaro, netto. L’ho fatta 5 o 6 volte, anche seguendo varie ricette trovate nei ricettari o in rete. E nessuna mi ha mai convinto fino in fondo: alcune non hanno lievitato, altre sono venute buone ma con un impasto troppo fine, liscio. Io volevo che carote e mandorle si ‘masticassero’ bene e che la fetta avesse un non so che di rustico, invitante. E insomma, alla fine questa ultima versione mi è piaciuta: ben lievitata ma consistente, con le mandorle tritate grossolanamente e le carote che si vedono e si sentono nell’impasto. Vi suggerisco di usare carote ‘vecchie’ di qualche giorno, che abbiano quindi perso un po’ di acqua, perché ho notato che più sono asciutte le carote meglio viene il dolce. Il profumo di arancia è dato più dalla scorza che dal succo (che è proprio poco, per evitare il rischio che alla base il dolce non lieviti bene). Ho usato olio di semi, meno possibile (non sono una fan dell’olio nei dolci, ma in questo caso quando ho provato con il burro è stata una tragedia) e 4 uova che garantiscono struttura e aria all’impasto. L’ho fatta in versione ciambellone abbastanza alto, e i tempi di cottura si allungano molto rispetto alla normale torta, e anche a cupoletta (lo so che tutti state pensando alle Camille, ma la mia idea era quella di un dolce meno ‘raffinato’), e potete usare lo stesso impasto per fare dei muffin. Il colore c’è e il sapore anche. In ogni caso, per una variazione provate la torta di carote e zenzero farcita al mascarpone, che ho fatto variando una ricetta americana: diversa ma strepitosa.

Torta di carote, mandorle e arance

Print This
PORZIONI: 8 TEMPO DI PREPARAZIONE: TEMPO DI COTTURA:

INGREDIENTI

  • PER UNO STAMPO DA 22-24 CENTIMETRI (ANCHE A CIAMBELLA) O PER 15 MUFFIN:
  • 250 grammi di carote (peso netto senza buccia)
  • 200 grammi di zucchero semolato
  • 100 grammi di mandorle pelate o di farina di mandorle non troppo fine
  • 200 grammi di farina 00 per dolci (se non volete usare le mandorle usate solo 280 grammi di farina 00)
  • 50 millilitri di olio di semi (io ho usato quello di girasole)
  • la scorza grattugiata di una arancia biologica
  • 25 millilitri di succo di arancia
  • 4 uova intere
  • 16 grammi di lievito per dolci
  • un pizzico di cannella (facoltativo)
  • un pizzico di sale
  • burro e farina per la tortiera
  • zucchero a velo per decorare il dolce

PROCEDIMENTO

tortadicarote2

Preriscaldare il forno a 180 gradi statico. Imburrare e infarinare lo stampo che avete scelto: a cerniera, a ciambella o le monoporzioni. Solo i pirottini per muffins non vanno imburrati né infarinati.

Frullare nel mixer le mandorle con 30 grammi di zucchero: dovrete ottenere una sorta di farina grossolana, con pezzetti di mandorla ancora evidenti. Mettere da parte.

Sempre nel mixer, frullare le carote con l’olio di semi, la scorza di arancia grattugiata e il succo di arancia.

Con le fruste elettriche, montare in una ciotola capiente le 4 uova con lo zucchero semolato, il sale e la cannella. Dovrete ottenere un composto biancastro, gonfio e spumoso e ci vorranno 10-15 minuti circa. Aggiungere a questo composto la farina di mandorle e continuare a frullare, quindi le carote. Infine, con l’aiuto di una spatola, unire poca per volta la farina setacciata con il lievito.

Versare l’impasto nella tortiera o negli stampini o nei pirottini per muffins e infornare. Cuocere per 25 minuti circa nel caso in cui abbiate optato per le monoporzioni o i muffins, per 40 minuti circa nel caso della torta e per 50 minuti circa nel caso della ciambella, che ha bisogno di tempi di cottura più lunghi a causa dell’altezza del dolce. Ricordate che in tutti i casi vale sempre e comunque la prova stecchino, che infilato nel dolce dovrà poi uscirne asciutto.

Sfornare il dolce, metterlo su una gratella e farlo raffreddare completamente. Spolverizzarlo di zucchero a velo e buon appetito!

Dai una occhiata anche a...

24 comments

Laura 13 maggio 2018 at 09:47

Ciao Ada! Ho provato molte ricette di torte di carote e mandorle nel tentativo di trovare quella che si avvicinasse di più all’idea che avevo in mente, questa è proprio Lei! Ormai a casa diventata un must
Davvero squisita, grazie per aver condiviso la ricetta.
L

Reply
Ada Parisi 13 maggio 2018 at 11:41

Ne sono davvero felice! Anche io avevo in mente un gusto preciso e l’ho fatta e rifatta tante volte per avvicinarmi il più possibile. Sono proprio contenta! Un caro saluto! Ada

Reply
Lorena 26 febbraio 2018 at 10:10

Ciao Ada,
Ieri l’ho realizzata ed è venuta buonissima, un’ottima ricetta, grazie di averla pubblicata, anche da parte mio marito, figlio e mamma che l’hanno divorata!
Lorena

Reply
Ada Parisi 26 febbraio 2018 at 17:19

Grazie Lorena! E’ uno dei dolci che faccio e rifaccio e non mi stanca mai! Un caro saluto a tutta la famiglia! Baci, Ada

Reply
Susanna 9 febbraio 2018 at 23:22

Ciao Ada, una domanda: le carote frullate nel mixer devono diventare cremose o solo tritate finemente? L’ho fatta stasera, ma è venuta un po’ bassa. Ci riproverò cmq, perché la combinazione di sapori mi piace molto

Reply
Ada Parisi 10 febbraio 2018 at 00:04

Ciao Susanna! Le carote devono essere tritate finemente, cremose vorrebbe dire anche con una maggiore qualità di liquido e forse per questo è rimasta bassa. Troppo umida. Fammi sapere se la riprovi!

Reply
Cristina 20 gennaio 2018 at 15:21

Salve!!
Se faccio i muffin poi si possono congelare??

Reply
Ada Parisi 20 gennaio 2018 at 17:08

Ciao Cristina. Onestamente non ho mai congelato una torta o un muffin, solo i cornetti. Ma se lo fai abitualmente anche con questo impasto non dovrebbero esserci problemi. Fammi sapere, magari la prossima volta provo anche io. Buona domenica!

Reply
Clara 16 gennaio 2018 at 18:55

Ciao ada! Si può fare con 3 uova? Mi sembrano tante 4….
Grazie ciao clara

Reply
Ada Parisi 16 gennaio 2018 at 20:47

Ciao Clara! E che dirti? Usane tre grandi però perché non vorrei che poi crescesse poco o venisse troppo ammassata! Fammi sapere!

Reply
clara 15 febbraio 2018 at 23:11

è venuta buonissima anche con tre uova. ottima!!! complimenti…finita subito 🙂

Reply
Ada Parisi 19 febbraio 2018 at 11:12

Grazie Clara! Fantastico, allora la prossima volta la provo così anche io! Un carissimo saluto, Ada

Reply
Silvana 28 ottobre 2017 at 22:22

Ricetta eseguita questo pomeriggio, con successo direi. Veramente molto buona grazie

Reply
Ada Parisi 29 ottobre 2017 at 19:17

grazie a te per la fiducia, ne sono felice. Buona domenica.

Reply
Josephine33 18 ottobre 2017 at 14:18

ma se utilizzo delle uova xl posso metterne 3?

Reply
Ada Parisi 18 ottobre 2017 at 14:36

Josephine direi di sì, se sono proprio grandi sì. Fammi sapere, Ada

Reply
Evelina 16 ottobre 2017 at 16:06

Ciao Ada,
ieri ho fatto questa buonissima torta ed è venuta soffice e profumatissima. L’unica cosa che mi aveva messo qualche perplessità prima di farla, e che poi si è rivelata come pensavo, era la quantità di zucchero che in effetti mi sembrava eccessiva e ha reso la torta a mio gusto troppo dolce.
Mi chiedevo se la quantità indicata è corretta.

grazie e sempre bravissima

Reply
Ada Parisi 16 ottobre 2017 at 16:08

Ciao Evelina! Grazie di cuore, sono felicissima che ti sia piaciuta! Si la quantità di zucchero è quella corretta per bilanciare l’impasto, ma si può diminuire con tranquillità totale fino a 50 grammi senza avere contraccolpi sulla sofficità della torta. Diciamo che 200 grammi possono bastare, ora la modifico anche della ricetta. Anche a me piace meno dolce. Un caro saluto. Ada

Reply
GRACIELA POLANCO 15 ottobre 2017 at 21:35

ME ENCANTA DIVINA

Reply
Ada Parisi 16 ottobre 2017 at 11:37

Gracias!!!! Bienvenida!

Reply
Lucia 26 agosto 2017 at 12:47

Fatta e assaggiata! Buonissima!!!
Grazie Ada

Reply
Ada Parisi 29 agosto 2017 at 16:13

Grazie a te, come sempre! Un abbraccio Lucia!

Reply
Antonella 11 novembre 2016 at 16:22

Ciao Ada! E complimenti per la tenacia!
L’aspetto è davvero invitante, un bel colore estivo che mette allegria! La proverò e forse mia sorella cambierà opinione sulla torta di carote…!!!
Un abbraccio! Antonella

Reply
Ada Parisi 14 novembre 2016 at 11:08

Antonella grazie! Mi fai sapere? Qui in realtà il sapore non è focalizzato sulle carote, è un equilibrio piacevole perché sa di arancia e poi si masticano bene le mandorle. A me è piaciuta molto, la rifarò spesso perché ho davvero penato a bilanciare le dosi e ora la voglio ‘sfruttare’ al massimo! Un caro saluto. Ada

Reply

Leave a Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.