Torta della nonna (con crema e pinoli)

  • tortadellanonna
  • tortadellanonna5
  • tortadellanonna4

Torta della nonna. Un nome dolce per una torta semplicissima che è però entrata ormai di diritto nell’immaginario italiano: la torta della nonna, con tanta morbida crema pasticcera e ricca di pinoli, ha il gusto delle cose antiche, semplici e buone. E’ un dolce di origine fiorentina, anche se l’abbinamento crema e frolla attraversa l’Italia, dal pasticciotto leccese alle genovesi ericine, e ormai è diventato uno dei classici dolci della domenica italiana, quello che tutti abbiamo amato da bambini, fatto dalla nonna o dalla mamma: all’interno di una pasta frolla burrosa si nasconde un cuore morbidissimo di crema profumata al limone, e poi una cascata di pinoli, croccanti, e di zucchero a velo. Ancora oggi è uno dei dolci italiani più amati sui social network (posso testimoniarlo di persona) e una delle ricette più cliccate del web. La difficoltà è davvero minima, ci vuole solo un po’ di manualità nello stendere e soprattutto nel ricoprire il dolce. Ci sono versioni con una pasta frolla più spessa e una crema più soda, ma a me piace farla con una pasta frolla abbastanza sottile e friabile e una crema morbida e golosa, che al taglio fuoriesca leggermente causando un improvviso aumento della salivazione. Veniamo ai pinoli: sono merce costosa, lo sappiamo. Ma questa torta deve essere ricoperta di pinoli, quindi è un piccolo investimento, ma motivato. Visto che sia su Facebooksia su Instagram in tantissimi mi avete chiesto la ricetta, l’ho scritta in un battibaleno ed eccola. Se aveste dei dubbi, sul mio Canale You tube anche la video ricetta passo passo, così tutti i passaggi saranno chiari e non potrete sbagliare! Vi ricordo che sia la crema pasticcera, sia la pasta frolla si possono preparare in anticipo e conservare in frigorifero, assemblando poi il dolce e cuocendolo il giorno successivo. Se consumerete la torta della nonna in un paio di giorni, potete conservarla avvolta in carta alluminio a temperatura ambiente, se volete gustarla più a lungo vi consiglio di conservarla nella parte meno fredda del vostro frigorifero. Buona settimana!

Torta della nonna (con crema e pinoli)

Ingredienti per una tortiera di 24-26 centimetri:

per la pasta frolla

  • 300 grammi di farina 00
  • 150 grammi di burro freddo
  • un pizzico abbondante di sale
  • 110 grammi di zucchero semolato
  • la scorza grattugiata di mezzo limone biologico
  • 2 tuorli piccoli
  • latte intero freddo, quanto basta e se necessario

per la crema pasticcera

  • 750 millilitri di latte intero
  • 6 tuorli
  • 65 grammi di amido di mais o di farina 00
  • 150 grammi di zucchero semolato
  • la scorza grattugiata di un limone biologico

e ancora

  • 60 grammi di pinoli
  • zucchero a velo, quanto basta

Torta della nonna (con crema e pinoli)

Per la crema pasticcera, che potete preparare tranquillamente con un giorno di anticipo: mettere in una ciotola i tuorli d’uovo e sbatterli con una frusta insieme a metà dello zucchero. Mescolare la farina o l’amido di mais con il resto dello zucchero e aggiungerli ai tuorli, sempre mescolando, fino a ottenere una pastella liscia.

Scaldare il latte con la scorza di limone grattugiata, ma senza portarlo a bollore. Togliere il latte dal fuoco, filtrarlo per eliminare la scorza di limone e versarlo a filo sul composto di uova, zucchero e farina, sempre sbattendolo con la frusta. Cuocere a fuoco basso, sempre mescolando, finché la crema non si sarà addensata. Una volta che la crema sarà densa, farla sobollire a fuoco bassissimo e sempre mescolando per due minuti.

Togliere la crema pasticcera dal fuoco, versare in un recipiente e coprire con pellicola per alimenti a contatto. Fare raffreddare completamente.

Per la pasta frolla (anche questa potete prepararla con un giorno di anticipo): mettere sul piano di lavoro la farina, il sale, lo zucchero, la scorza di limone grattugiata e il burro freddo tagliato a dadini. Impastare tutto con la punta delle dita fino ad ottenere un impasto a grosse briciole, quindi aggiungete i tuorli e continuate a lavorare l’impasto.

Se doveste fare fatica ad ottenere un impasto legato e omogeneo, aggiungete un cucchiaio di latte freddo. Prima di aggiungerne altro, però, assicuratevi che la dose precedente sia stata assorbita e che ce ne sia davvero bisogno, perché la pasta frolla non deve risultare umida. Quando avrete ottenuto un impasto giallo, liscio, asciutto, ricavatene un panetto e avvolgetelo nella pellicola per alimenti. Riporre la pasta frolla in frigorifero per almeno un’ora, in modo che il burro abbia il tempo di rassodare.

Composizione del dolce: imburrare e infarinare la tortiera (meglio se con il fondo apribile).

Dividere la pasta frolla in due parti (un un po’ più grande dell’altra, perché vi servirà a coprire il fondo e i lati della tortiera). Stendere la pasta frolla con il mattarello, sul piano di lavoro infarinato, a uno spessore di mezzo centimetro e rivestire con la pasta frolla il fondo e i lati della tortiera. Bucherellare il fondo leggermente con i rebbi di una forchetta.

Lavorare brevemente la crema pasticcera con una spatola, quindi versarla nella tortiera, arrivando a mezzo centimetro dal bordo di frolla. Livellare la crema e ripiegare sulla crema il bordo di frolla, pressando con cura.

Stendere il secondo disco di pasta frolla, sempre a uno spessore di mezzo centimetro, quindi coprire la torta. Premere bene lungo i bordi per sigillare i due strati di frolla. Io per essere certa che la crema non fuoriesca, con la pasta frolla avanzata ricavo un cordoncino che metto lungo il bordo, pressandolo con una forchetta, in modo da sigillare completamente lo spazio tra i due dischi di frolla.

Guarnire la superficie del dolce con i pinoli, pressando leggermente in modo da farli aderire alla frolla. Conservare il dolce in frigorifero fino al momento di cuocerlo.

Preriscaldare il forno a 180 gradi statico. A forno caldo, infornare e cuocere la torta della nonna per 40 minuti o finché la superficie non sarà dorata.

Sfornare, fare raffreddare completamente e togliere dallo stampo. Prima di servire, spolverizzare la torta della nonna con lo zucchero a velo. Buon appetito!

2 Responses to Torta della nonna (con crema e pinoli)

  1. Antonella ha detto:

    Carissima Ada, buongiorno!
    Ho sempre pensato che questo sia un po’ un dolce che fa sognare. Una bella fetta, una tazza di tè e un buon libro, magari con un micio lì accanto! O, perché no, una terrazza estiva, sole, amici e… una fetta di torta! Che dolce versatile! E squisito!
    Baci 😀
    Antonella

    • Ada Parisi ha detto:

      Ciao Antonella, sì è vero… è un dolce semplice ma ormai è entrato nell’immaginario come il dolce più goloso e magico della domenica… Io preferisco i dolci moderni, ma questo ha sempre un successo straordinario, è un po’ il gusto di quando eravamo piccoli… ti abbraccio
      Ada

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *