ricette di pesce
Posts

  • Pesce spada a bagnomaria alla messinese

    Pesce spada a bagnomaria: da buona siciliana, non potevo non farvi provare una delle ricette a base di pescespada (pescato rigorosamente nello Stretto di Messina) a cui sono più affezionata. Questa è, dopo la cottura alla griglia, quella più semplice da realizzare: pochissimi gli ingredienti, solo olio extravergine di oliva, sale, aglio e origano. E, ovviamente, un pesce spada di altissima qualità. Nonostante la semplicità, però, il risultato è di tutto riguardo perché restano inalterati gusto e morbidezza del pesce, con il plus di un sughetto saporito e sfizioso. Molti pensano che la cottura a bagnomaria sia una cottura ‘ospedaliera’: in realtà in questo caso è un pregiudizio da sfatare, perché questo è forse uno dei metodi di cottura che più esalta questo pesce meraviglioso. Con questa ricetta vorrei anche spezzare una lancia a favore dell’uso dell’aglio in cucina, ultimamente poco di moda: in ricette tradizionali può essere fondamentale, senza considerare le sue notevoli proprietà benefiche. Il segreto è, come per ogni cosa, la misura. E un aglio di qualità come quello rosso di Nubia o di Sulmona. So che forse a molti di voi interessa più la ricetta che la foto, ma volevo dirvi che queste foto sono state fatte nella mia casa al mare, in vacanza, con il mio Iphone e non con la reflex, e che anche il contesto è stato un po’ improvvisato: ma la ricetta del pesce spada a bagnomaria fatta con il pesce spada siciliano, pescato nello Stretto di Messina, ha tutto un altro sapore. Il vino che abbiamo scelto in abbinamento al pesce spada a bagnomaria, e che è possibile acquistare sull’enoteca online WineYou, con lo sconto del 10% inserendo il codice promo “ScontoSicilianiCreativi“, è un Salina bianco Igt, “Tenuta Valdichiesa 2016“, prodotto da Salvatore D’Amico. Buona giornata!

    Continue Reading

    13 settembre 2017 • Pesce, Secondi • Views: 3092

  • Pesce al sale con vinaigrette al pomodoro e basilico

    Buongiorno! Probabilmente, anzi certamente conoscete già questo tipo di cottura del pesce, la cottura al sale. Ma io ve ne parlo lo stesso, perché non si sa mai. E, in più, vi lascio la ricetta di una vinaigrette tiepida, straordinariamente semplice e gustosa. La cottura al sale è una cottura naturale, che viene effettuata in forno ad alta temperatura, circa 200 gradi: grazie allo schermo di sale, che in cottura diventerà una crosta solida, il pesce cuoce con il vapore senza subire perdita di liquidi e rimane quindi umido e morbido. E’ fondamentale che il pesce non sia squamato, bensì solo eviscerato. Per ogni chilo di pesce, la ricetta base richiede 1,5 chilogrammi di sale grosso o fino (oppure metà grosso e metà fino). Io metto il sale in una ciotola e verso mezzo bicchiere d’acqua, che servirà per poterlo compattare sul pesce senza difficoltà. La cottura è di circa 30 minuti per ogni chilogrammo di peso del pesce. I vantaggi di questa cottura sono tanti: un pesce sempre cotto alla perfezione se si rispettano tempi e quantità, le qualità organolettiche e nutrizionali del pesce restano intatte, non si fa nessun uso di grassi, non si diffonde nessun odore di pesce in casa. Una volta cotto, dovete solo togliere la crosta di sale, rimuovere la pelle, che verrà via in un attimo, e servire il vostro pesce. E qui arriva la mia vinaigrette! Potete condire il pesce come volete, anche solo con olio e limone, ma se volete preparare qualcosa di diverso per i vostri ospiti provate questa salsa dal sapore fresco e pungente. E’ semplicissima ma valorizzerà davvero il vostro stupendo pesce al sale! Buona giornata!

    Pesce al sale con vinaigrette al pomodoro e basilico

    Pesce al sale con vinaigrette al pomodoro e basilico

    Continue Reading

    19 agosto 2015 • Pesce, Secondi • Views: 10596

  • Spigola al forno con velo di patate

    Spigola al forno con velo di patate

    Spigola al forno con velo di patate

    Una ricetta leggera, direi quasi ‘light’, ma saporita: dei filetti di spigola, ma va benissimo anche l’orata, ricoperti da fettine sottilissime di patate con una spolverata di pangrattato che le fa gratinare. Servite con una insalatina sono un secondo rapido, leggero e nutriente. E si presentano anche bene.

    Continue Reading

    2 febbraio 2013 • Pesce, Secondi • Views: 10705

  • Sgombri con la ‘cipollata’

    pesce_cipollata

    Un piatto leggero ma gustoso, con il contrasto cromatico e soprattutto di gusto tra la cipolla rossa di Tropea, resa più vivida dall’aceto di vino rosso, e il bianco del pesce. Il pesce azzurro si sposa magnificamente con l’agrodolce. In questo caso ho preparato uno sgombro in agrodolce, nutriente ed economico, ma si possono usare anche la palamita o pesci più ‘raffinati’. Con la cipollata, in siciliano ‘cipuddata’, dal sapore agrodolce, sta benissimo anche il tonno, che però va cucinato fritto in padella con poco olio e non lesso o al vapore, e gustato con un po’ di menta: così il piatto diventa più ‘robusto’, sia per la maggiore pienezza di sapore e consistenza del tonno, sia per l’apporto della frittura.

    Continue Reading

    5 gennaio 2013 • Pesce, Secondi • Views: 3068