ricette con i pomodori
Posts

  • Fregula allo zafferano con pomodori confit e mandorle

    Insalata di fregula allo zafferano, con pomodori confit e mandorle: una ricetta semplice, mediterranea, vegetariana e colorata, con pochissimi ingredienti, dove tutto è giocato sui colori e sul gusto dei diversi tipi di pomodori. Ovviamente si serve fredda, è una sorta di insalata di pasta un po’ diversa dal solito, che faccio spesso perché a me la fregula piace moltissimo e la trovo una buona alternativa al riso o ai cereali, soprattutto nei piatti estivi. Qui ho dato alla fregula sarda (molti in italiano la chiamano ‘fregola’) un gusto e un colore più decisi grazie all’uso dello zafferano. Ma la vera differenza, in questa ricetta, la fanno i pomodori: più tipologie userete, più questo piatto sarà gustoso. Ogni pomodoro ha caratteristiche proprie: ci sono i corbarini gialli che sono molto dolci (io li ho usati persino per fare un dolce con la mozzarella di bufala), i pomodori camone che hanno una sapidità accentuata, i ciliegini dal gusto marcato e inconfondibile, i datterini morbidi e dolci. Insomma, più varietà di pomodori utilizzerete più questa insalata di fregula risulterà buona. Pochissimi altri ingredienti: olio extravergine, erbe aromatiche fresche (quelle che preferite, io ho usato timo e maggiorana) e mandorle non tostate, ancora con la pellicina esterna, per un gusto più intenso e interessante. Ovviamente potete aggiungere tantissimi altri ingredienti, per renderlo un piatto ancora più completo: cubetti di feta greca o primo sale, ventresca di tonno sott’olio, qualche oliva nera. Ora vi auguro buona giornata e vi lascio alla vostra creatività.
    Continue Reading

    31 agosto 2017 • Pasta, Piatti vegetariani, Primi piatti • Views: 1490

  • Torta rustica di riso e pomodori


    Un guscio croccante di pasta brisée che racchiude un risotto cremoso con zafferano e formaggio, ricoperto da pomodori infornati che profumano di erbe aromatiche. La ricetta di oggi è una vera tentazione per chi ama le torte rustiche e io l’ho adorata. L’idea di farcire una torta salata con un risotto anziché la solite farce a base di verdure, formaggi e uova mi è venuta all’improvviso, dopo avere mangiato un budino di riso. Ovviamente per rendere il riso più saporito l’ho cotto in acqua e latte intero, con burro e zafferano: deve risultare molto cremoso ma al dente, perché poi dovrà cuocere ancora in forno. In mantecatura ho usato parmigiano e una caciotta morbida di pecora, ma potete usare i formaggi che preferite. I pomodori sono spolverizzati con sale e zucchero, così in forno appassiscono caramellando leggermente e lo zucchero esalta la tipica dolcezza acidula di questo frutto meraviglioso. Secondo me l’abbinamento con i pomodori è perfetto, ma potete usare la fantasia e provare ad utilizzare melanzane, zucchine o altro. E’ buonissima calda, tiepida e anche fredda: originale per un buffet o un picnic, è perfetta anche per una cena informale accompagnata da verdure alla griglia e fresche insalate. Buona giornata!

    Continue Reading

  • Spaghetti ai pomodori verdi

    I pomodori verdi mi hanno sempre un po’ imbarazzata: confesso che da buona siciliana preferisco quelli più maturi, polposi, con minore acidità. Ma grazie alla mamma (è vero che la mamma la sa sempre più lunga di te…) ho scoperto una ricetta davvero sfiziosa e facile per fare un sugo buonissimo, per il quale vi serviranno solo 3 ingredienti: pomodori verdi, anzi verdissimi, aglio e prezzemolo. Oltre a olio extravergine di oliva, sale e pepe. La particolarità di questa pasta con i pomodori verdi è che i pomodori si cuociono al forno in pirofila, tagliati a fette e disposti a strati, alternati con un trito di aglio e prezzemolo. Con la cottura si ammorbidiscono, l’acidità si smorza, pur restando piacevolmente presente e il gusto è davvero particolare. Io ho completato il tutto con un po’ di cacioricotta salentino, ma potete anche optare per del caciocavallo stagionato o per un bel pecorino, come il Fiore sardo. Da ultimo, è un primo piatto buono caldo, se usate la pasta lunga, ma davvero ottimo tiepido o freddo: in questo caso vi suggerisco di utilizzare un formato corto. Buona giornata! Continue Reading

    14 giugno 2017 • Pasta, Piatti vegetariani, Primi piatti • Views: 2316

  • Bulgur con pomodori ed erbe aromatiche


    Buongiorno, visto che con l’estate sono finalmente arrivati i pomodori, oggi sperimentiamo insieme il bulgur in una ricetta fresca e leggera, perfetta per l’afa estiva. Il bulgur, alimento originario del Medio Oriente, deriva dalla lavorazione dei frumento integrale: in pratica si tratta di frumento spezzato, con diverse granulometrie, quella più grande, fino a 4 millimetri, è usata in zuppe o minestre, mentre quella più piccola si usa nelle insalate fredde o in cotture pilaf. Io ho usato quest’ultima tipologia, perché mi sono liberamente ispirata alla ricetta del tabbouleh, un piatto freddo libanese, che non richiede la cottura del bulgur, in modo da mantenere intatte le sue proprietà nutrizionali (soprattutto vitamine del gruppo B, PP ed E). Nel tabbouleh il bulgur viene lavato a lungo con acqua fredda e poi tenuto a bagno nel succo di limone e nell’acqua di vegetazione dei pomodori per almeno un’ora: in questo modo il frumento assorbirà il liquido gonfiando e diventando morbido senza che le alte temperature intacchino le vitamine presenti nell’alimento. Quindi il bulgur viene scolato e condito con sale, pepe, olio extravergine di oliva, cipollotti freschi, prezzemolo e menta tritati, la polpa dei pomodori freschi e, in alcune varianti, anche cetrioli, che non ho potuto mettere perché io li amo ma in famiglia li detestano. Io ho aggiunto anche un po’ di maggiorana e di erba cipollina tra le erbe aromatiche. Il bulgur deve avere un sapore leggermente aspro, molto aromatico. Se volete prepararlo il giorno prima, fatelo pure ma senza mettere i pomodori, che con il passare delle ore si ammorbidiscono rendendo il piatto sgradevole. Aggiungeteli solo all’ultimo momento, prima di servire. Io ho aggiunto delle mandorle non decorticate e non tostate perché mi piace sempre avere qualcosa di croccante da masticare. E’ un piatto freddo molto gustoso, ovviamente vegetariano e vegano e sono certa che, se amate i profumi mediterranei, vi piacerà. Buona giornata!

    Continue Reading

    1 giugno 2017 • Pasta, Piatti unici, Piatti vegetariani, Primi piatti • Views: 2449

  • Ruote con pomodori confit, acciughe e caciocavallo


    La semplicità che conquista: ruote con pomodori confit, acciughe e caciocavallo. Un piatto per nulla impegnativo, che è un tripudio di sapori del mio amato Sud, preparato con i pomodori di Piccadilly e il caciocavallo che ho portato dal mio giro in Puglia. Dal momento che per fare questo piatto servono i pomodori confit, vi consiglio di prepararne un paio di teglie, così ammortizzate i tempi di accensione del forno: per farli venire morbidi e saporiti dovrete tenerlo acceso a 120-130 gradi per almeno un paio d’ore. Ricordate che un pomodoro confit sta su tutto: sul pesce al cartoccio, nella frittata, sulla carne alla pizzaiola… insomma, sicuramente non vi mancheranno le occasioni per utilizzarli. Ovviamente potete prepararli tranquillamente con un giorno di anticipo. Se non vi piacciono le ruote vi consiglio di utilizzare in ogni caso una pasta corta, e di scolarla molto al dente. Questa pasta è buonissima sia calda, sia tiepida, sia fredda ed è quindi un jolly per la primavera e per l’estate ormai prossima: nel caso decideste di gustarla fredda, ricordatevi di tenerla a temperatura ambiente per 30 minuti prima di servirla e di irrorarla con un filo di olio extravergine di oliva. Il caciocavallo deve essere stagionato, per dare quella nota piccantina che fa venire voglia di mangiarne un altro boccone: potete sostituirlo con un provolone piccante.
    Continue Reading

    28 aprile 2017 • Pasta, Primi piatti • Views: 2226