Sbriciolata ricotta e cioccolato

Sbriciolata ricotta e cioccolato. Probabilmente questa ricetta è diversa da quelle che conoscete, perché l’ho presa dal ricettario di famiglia, scritta a mano da mia madre che l’ha ereditata da mia nonna e lei a sua volta dalla mia bisnonna. Non ho mai cercato un’altra ricetta per la sbriciolata di ricotta e cioccolato, ma so che molti usano il burro al posto dello strutto. Ebbene, si può fare, ma il sapore cambia immensamente. Questo è un dolce semplice, rustico e buono, che per me e mio fratello era una delle gioie della domenica. La sbriciolata, insieme alla torta di mele, alla cassata al forno, alla crostata di crema e confettura, alla torta della nonna e a quella di ricotta, è uno dei dolci che mi riportano all’infanzia. E’ facilissima da preparare, dovete solo stare attenti in fase di impasto: non dovete ottenere un panetto compatto, schiacciando l’impasto come per la pasta frolla, ma un composto grossolano in grosse briciole (da cui il nome). Non schiacciatelo neanche quando lo distribuite nella tortiera, lasciatelo semplicemente cadere. Vi consiglio di prepararla con un giorno di anticipo, perché il riposo la rende decisamente più buona. Potete conservarla, coperta e a temperatura ambiente (in un ambiente non riscaldato) per 3-4 giorni, ma finirà sicuramente prima. Per quanto riguarda la farcia, so che va molto di moda quella alla Nutella, ma io preferisco preparare in casa una bella ganache al cioccolato e farcirla con quella. O con una crema da forno, o con confettura, o con frutta come pere e mele. Insomma, personalizzate questa ricetta come preferite. Buona giornata!

Sbriciolata ricotta e cioccolato

Ingredienti per una tortiera di 20-22 centimetri circa di diametro:
per l’impasto

  • 350 grammi di farina 00
  • 120 grammi di zucchero semolato
  • 1 tuorlo
  • 50 millilitri di rum
  • una bustina di lievito per dolci
  • 70 grammi di strutto
  • un pizzico abbondante di sale fino
  • per la farcia

  • 1 chilogrammo di ricotta di pecora
  • 300 grammi di zucchero semolato extrafino
  • 70 grammi di cioccolato fondente
  • canditi (facoltativo), quanto basta
  • burro e farina per la tortiera, quanto basta
  • Preriscaldare il forno a 200 gradi statico.
    Mettere sul piano di lavoro la farina setacciata con il lievito, aggiungere lo zucchero semolato, il sale e il tuorlo d’uovo. Impastare fino ad assorbimento del tuorlo ed unire lo strutto, impastare con la punta delle dita, quindi unire il rum. Nell’impasto delle sbriciolata è importante non impastare schiacciando la massa come se doveste fare una frolla, ma usare la punta delle dita sfregando e sollevando l’impasto in modo da formare dei grumi, delle briciole (da cui il nome sbriciolata), che poi andranno a compattarsi in cottura, gonfiando grazie all’azione del lievito.

    Lavorare la ricotta e lo zucchero con una spatola fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo. Se la ricotta fosse molto asciutta, potete passarla al setaccio o utilizzare il passatutto per renderla più liscia e cremosa possibile. Tritare il cioccolato a pezzi non troppo piccoli e unirli alla ricotta.

    Sbriciolata ricotta e cioccolato

    Una volta ottenuto un composto a briciole, imburrare e infarinare una tortiera ad anello o per crostate. Distribuire metà dell’impasto sul fondo, finché non ne sia ricoperto, senza schiacciare. Coprire la base del dolce con la crema di ricotta, livellandola con il dorso di un cucchiaio e distribuire uniformemente il resto dell’impasto sul dolce, in modo che copra completamente la ricotta.

    Infornare a 200 gradi per 10 minuti, quindi abbassare il forno a 180 gradi e proseguire la cottura per altri 35 minuti circa o finché la sbriciolata non sarà dorata. Sfornare e fare raffreddare completamente. Prima di servire il dolce, spolverizzatelo con un po’ di zucchero a velo. Buon appetito!

    Sbriciolata ricotta e cioccolato

     

    4 Responses to Sbriciolata ricotta e cioccolato

    1. cristina ha detto:

      Non vedo l’ora di provarlo!!!! dev’essere meraviglioso!!!
      Una sola domanda, siccome non ho mai usato lo strutto per i dolci….se uso il burro considero la stessa quantità’ dello strutto o e’ meglio evitare e provare ad usare lo strutto come nella ricetta originale?
      Grazie Ada .

      • Ada Parisi ha detto:

        Ciao Cristina, benvenuta! Ovviamente puoi usare il burro al posto dello strutto, nella stessa quantità. Ti dico anche che cambia molto sia la consistenza dell’impasto sia il suo gusto. Ora, se non hai tabù sull’utilizzo dello strutto, io ti consiglierei di provare la ricetta originale. Magari, dopo potresti rifarla con il burro, così vedrai le differenze. Fammi sapere cosa decidi. Un caro saluto, Ada

    2. elisabetta ha detto:

      Che dolce fantastico, uno dei miei preferiti
      Grazie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *