Salame di cioccolato e frutta secca, senza uova

  • salamedicioccolatosenzauova
  • salamedicioccolatosenzauova6
  • salamedicioccolatosenzauova7
  • salamedicioccolatosenzauova5

Buongiorno! La ricetta di oggi è dedicata agli amanti del cioccolato fondente e della frutta secca, a chi ama ‘meditare’ sul divano dopo cena con un bicchierino di grappa di qualità e un pezzetto di cioccolato da sgranocchiare, meglio se speziato e dal gusto deciso. Capirete subito quindi che questo salame di cioccolato e frutta secca è un dolce per adulti. In più, è senza uova, così eliminiamo alla radice i dubbi sull’uso dell’uovo a crudo. L’altro giorno avevo voglia di preparare questo dolce in particolare e, girovagando su internet, ho visto una ricetta interessante del salame di cioccolato sul sito di Galbani: nella ricetta di famiglia che trovate qui ho sempre usato la polvere di cacao amaro, in questa invece l’ingrediente principale era il cioccolato fondente e la cosa mi ha attirata, perché il mio solitamente viene morbido e cedevole, mentre io volevo un salame di cioccolato più consistente. Ho deciso, però, di personalizzarla (sapete che non sono brava a lasciare le ricette degli altri così come sono), arricchendola con pistacchi, mandorle e nocciole, un pizzico di pepe bianco, un po’ di cannella, un goccio (abbondante) di grappa trentina ed eliminando le uova. Il risultato è un salame di cioccolato senza uova, più compatto di quello che sono abituata a fare, quasi un cioccolatino farcito con biscotti e frutta secca, perfetto per il mio scopo ultimo: gustarlo la sera, prima di andare a letto, davanti alla televisione o a un buon libro insieme a un bicchierino di grappa. E dopo, sogni d’oro!

 

Ingredienti:

  • 160 grammi di burro non salato a temperatura ambiente
  • 250 grammi di cioccolato fondente al 70%
  • 160 grammi di biscotti secchi, io ho usato i Digestive all’avena
  • 80 grammi di zucchero semolato extra fine o di zucchero a velo
  • 45 grammi di nocciole tonde Gentili
  • 45 grammi di pistacchi di Bronte
  • 45 grammi di mandorle di Avola
  • 40 millilitri di grappa trentina barricata (fratelli Pisoni)
  • un pizzico di cannella
  • un pizzico di sale
  • un pizzico di pepe bianco
  • zucchero a velo per decorare, quanto basta

Tritare grossolanamente il cioccolato fondente, quindi scioglierlo a bagnomaria, mescolando di tanto in tanto con una spatola finché il cioccolato non sarà completamente fuso. Mettere da parte e lasciarlo intiepidire.

Con le fruste elettriche, montare insieme il burro morbido e lo zucchero, fino a ottenere un composto spumoso e morbido. Aggiungere il cioccolato fuso ormai tiepido, la cannella, il sale, il pepe bianco e la grappa, mescolando con cura per amalgamare il tutto.

Tostare leggermente le mandorle, le nocciole e i pistacchi in un tegame, quindi tritarlo grossolanamente e unirli al composto a base di cioccolato. Spezzettare i biscotti con le mani in modo grossolano e aggiungere anche questi al composto. Mescolare bene con una spatola, finché la frutta secca e i biscotti non saranno completamente ricoperti di cioccolato.

Fare raffreddare la preparazione per qualche minuto nel frigorifero, in modo che si rassodi e diventi lavorabile più facilmente. Quando sarà manipolabile, versarla (potete fare un unico salame o due più piccoli, io preferisco quest’ultima soluzione) su un foglio di carta forno e, con le mani leggermente inumidite, formare il salame, aiutandovi con la carta forno e arrotolandola piano piano su se stessa. Stringete i lembi e avvolgete il tutto in pellicola per alimenti, quindi riponete il salame di cioccolato senza uova in frigorifero per almeno 6 ore o anche per tutta la notte. Ricordate che potete conservarlo, sempre in frigorifero, per 7-10 giorni, sempre avvolto in pellicola per alimenti e che, prima di affettarlo, dovete tenerlo a temperatura ambiente per almeno 15 minuti.

Quando il salame sarà freddo, cospargetelo con lo zucchero a velo ‘massaggiandolo’ con le mani, in modo da simulare la buccia biancastra dei salami veri. Se avete altri 5 minuti di tempo, potete legarlo con spago da cucina, come ho fatto io: vi garantisco che sembrerà davvero un salame. Almeno finché non lo taglierete! Buon appetito!

L’ABBINAMENTO: Abbiamo scelto la grappa barricata di Teroldego prodotta dalla Distilleria Fratelli Pisoni. Un distillato robusto, che viene affinato in barrique di legno di quercia, caratterizzato da profumi complessi che vanno dal caffè alla nocciola, dall’affumicato alla liquirizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *