Ravioli dolci fritti di ricotta (cassatelle siciliane)

Ravioli dolci di ricotta, ovvero cassatelle fritte siciliane. Sono dei dolcetti che in Sicilia, soprattutto nella Sicilia occidentale, si preparano nei mesi che vanno da Carnevale a Pasqua. In realtà, ormai è possibile trovarle praticamente tutto l’anno e anche in altre zone, magari con un ripieno diverso. La ricetta tradizionale, infatti, prevede una farcia a base di ricotta e gocce di cioccolato, ma si trovano anche semplicemente aromatizzate con la scorza di limone (la mia variante preferita, quella che vi lascio in questa ricetta) o con ripieni particolari come una crema di ceci con cannella, cioccolato e canditi: non ho mai assaggiato quelle con i ceci, ma trovo la variante molto interessante e proverò a rifarla presto. L’impasto è a base di farina, uova, strutto, zucchero e Marsala. Non sono difficili da preparare, ci vuole solo un po’ di manualità nella chiusura dei ravioli: dovete fare uscire tutta l’aria e sigillare perfettamente i bordi, altrimenti si apriranno un po’ in cottura (detto questo, anche a me qualcuna si apre sempre ma non succede nulla di grave). Potete prepararle con la scorza di limone o con il cioccolato, e vi suggerisco di usare le gocce perché sono più resistenti alla frittura ad alta temperatura, altrimenti vi ritroverete con la ricotta marrone. Sono ottime anche il giorno dopo e si conservano fino a 3-4 giorni a temperatura ambiente. Se vi piacciono i dolci alla ricotta, date una occhiata anche alle cassatedde al forno, con un impasto a base di frolla arricchita e una farcia di ricotta e cioccolata, e alle sfinci di San Giuseppe, uno dei miei dolci preferiti. Buona giornata!

Ravioli dolci fritti di ricotta (cassatelle siciliane)

Ingredienti per 6 persone

  • 300 g di farina 00
  • 30 millilitri di Marsala o vino dolce (un Passito di Pantelleria ad esempio)
  • 30 grammi di strutto
  • 50 grammi di zucchero semolato
  • 2 uova intere
  • un pizzico di sale
  • 300 grammi di ricotta di pecora
  • 100 grammi di zucchero a velo
  • la scorza grattugiata di mezzo limone biologico o gocce di cioccolato
  • albume per sigillare le cassatelle, quanto basta
  • zucchero a velo per guarnire le cassatelle
  • olio di semi di arachide per friggere, quanto basta

Ravioli dolci fritti di ricotta (cassatelle siciliane)

Per l’impasto delle cassatelle siciliane fritte: mettere sul piano di lavoro la farina, fare un buco al centro e aggiungere le uova. Sbattere con una forchetta le uova incorporando un po’ di farina e ottenendo una sorta di pastella, quindi aggiungere lo zucchero semolato, lo strutto e il sale fino. Iniziare ad impastare e, quando avrete ottenuto un impasto grossolano, aggiungere il Marsala. Impastare fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Avvolgere il panetto in pellicola per alimenti e lasciare riposare in frigorifero per almeno un’ora. Se volete, potete anche preparare l’impasto con un giorno di anticipo, e conservarlo in frigorifero fino al momento dell’uso.

Per la farcia: setacciare la ricotta in un setaccio a maglie fini. Aggiungere lo zucchero a velo e la scorza di limone e lavorare fino ad ottenere una crema liscia e compatta. Se volete, potete sostituire la scorza di limone con le gocce di cioccolato: quella con il cioccolato, in effetti, è la variante principale, ma io preferisco le cassatelle semplici con un bel profumo fresco di limone. Conservare la farcia di ricotta in frigorifero fino al momento dell’utilizzo.

Composizione dei ravioli dolci di ricotta siciliani: stendere con un mattarello l’impasto delle cassatelle sul piano di lavoro ben infarinato. Vi consiglio di dividerlo in 3-4 pezzi perché avrete bisogno di spazio. Dovete stenderlo a uno spessore ci 3 millimetri circa. Utilizzando un coppapasta rotondo, ricavare dei dischi di 8-10 centimetri di diametro. Disporre su ogni disco, in posizione non centrale ma leggermente laterale, un po’ di farcia di ricotta, inumidire i bordi con l’albume leggermente sbattuto e ripiegare il disco su se stesso in modo da formare una mezzaluna. Premere bene sui bordi, facendo uscire l’aria in eccesso (altrimenti i ravioli potrebbero aprirsi in cottura) quindi sigillarli pressando con i rebbi di una forchetta. Infine, rifinire i bordi con una rotella dentata.

Friggere le cassatelle di ricotta in abbondante olio di semi di arachide, a una temperatura di 160 gradi, finché non saranno leggermente dorate da entrambe le parti e galleggeranno sulla superficie dell’olio. Lasciarle su carta assorbente qualche minuto in modo da fare perdere l’olio in eccesso. Quando saranno tiepidi, guarnire i ravioli dolci fritti di ricotta con lo zucchero a velo e servire immediatamente. In realtà, sono ottime anche fredde (io le preferisco) e ancora più buone il giorno dopo. Buon appetito!

TRA LE RICETTE DOLCI DELLA TRADIZIONE SICILIANA (clicca sulla foto per la ricetta):

Brioches siciliane (quelle con il tuppo)

 

 

 

 

 

 

Cassata siciliana

 

 

 

 

 

 

Sfinci di San Giuseppe

 

 

 

 

 

 

Paste di mandorla siciliane

 

 

 

 

 

 

 

Biscotti ‘Regina’ al sesamo

 

 

 

 

 

 

 

Crispelle dolci di riso

 

 

 

 

 

 

Cannoli siciliani

 

 

 

 

 

 

Crostata di ricotta e cioccolato

 

 

 

 

 

 

Ravioli dolci fritti di ricotta (cassatelle siciliane)

 

 

 

 

 

 

 

 

2 Responses to Ravioli dolci fritti di ricotta (cassatelle siciliane)

  1. elisabetta ha detto:

    Cara Ada
    Mi piacciono da impazzire le cassatelle siciliane, con il ripieno che si scioglie in bocca.
    Grazie per la magnifica ricetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *