Minestra di asparagi, piselli, burrata e tuorlo in camicia

Pensate che la primavera non sia la stagione adatta alle minestre? Vi sbagliate, perché proprio le verdure primaverili, sono perfette per creare sfiziose minestre dai sentori vegetali, che si possono servire tranquillamente anche tiepide.: la ricetta di oggi è una delicata minestra con asparagi, piselli, burrata e tuorlo in camicia. Se a questo punto vi ho incuriosito, aggiungo che l’ingrediente gourmet è la burrata di Andria e che persino una tranquilla minestrina, arricchita da un tuorlo in camicia (non spaventatevi, prepararli è davvero semplice), può diventare un piatto adatto a stupire i vostri ospiti o, semplicemente, a deliziare i vostri palati. Non spaventatevi, perché il piatto è facilissimo da fare in ogni sua componente. Io ho usato dei piccolissimi malloreddus di tre colori che ho comprato in Sardegna (non vedevo l’ora di inventare una ricetta in cui poterli utilizzare, li trovo graziosissimi), ma potete usare anche la tipologia di pastina che preferite, o un mischiato di Gragnano, o della fregula sarda ma anche farro, orzo, riso o quinoa. Insomma, usate la fantasia e state solo attenti ai tempi di cottura. Spero non vi sfugga il fatto che la burrata e il tuorlo in camicia ricreino nel piatto un uovo all’occhio di bue! E buona minestra a tutti!

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 grammi di piselli freschi
  • un mazzetto di asparagi
  • uno scalogno
  • 150 grammi di malloreddus, riso, farro o quello che preferite
  • 250 grammi di burrata di Andria Igp
  • 4 tuorli
  • sale e pepe, quanto basta
  • olio extravergine di oliva, quanto basta
  • basilico fresco, quanto basta
  • brodo vegetale, quanto basta

Pulire gli asparagi eliminando l’estremità più dura del gambo e pelando il rimanente. Mettere da parte le punte degli asparagi. Tagliare i gambi a tocchetti. Sbollentare le punte degli asparagi in acqua calda leggermente salata per 2 minuti e tenerle in caldo.

Pulire lo scalogno e tritarlo finemente.

Rosolare lo scalogno in olio extravergine di oliva e pochissima acqua, in modo da non farlo bruciare. Aggiungere i gambi di asparagi tagliati a pezzetti, qualche foglia di basilico e i piselli. Rosolare e unire un po’ di brodo vegetale. Cuocere coperto a fuoco medio per 5 minuti. Aggiungere la pasta e portare a cottura.

Mentre la minestra cuoce, portare a ebollizione dell’acqua calda, spegnere il fuoco e fare scivolare nell’acqua, uno per volta, i quattro tuorli (io li metto in un cucchiaio e li poggio delicatamente nell’acqua). Dopo un minuto, prelevare con delicatezza i tuorli d’uovo con un mestolo forato: all’esterno i tuorli saranno solidi, ma all’interno ancora liquidi.

Servire la minestra in fondine individuali, guarnendo il piatto con le punte degli asparagi. Al centro del piatto, mettere una cucchiaiata di burrata e, sopra, l’uovo in camicia e un pizzico di sale. Aggiungere un filo di olio extravergine (fruttato leggero), un po’ di pepe nero macinato fresco e il piatto è pronto. Buon appetito!

L’ABBINAMENTO: Prosecco Superiore Docg “Brunei“, prodotto da Cantina La Tordera. Con questa ricetta, abbiamo scelto un abbinamento per contrasto. Questo piatto, se si guarda bene agli ingredienti, ha una lieve tendenza dolce e grassa. E con questo spumante brut, i gusti dolci dei piselli e la nota grassa della burrata e dell’uovo vengono contrastati e bilanciati. “Brunei” è un vino dal gusto fresco e acidulo, con profumi fruttati di mela verde e di frutta esotica (litchi).

Dai una occhiata anche a...

2 comments

elisabetta 2 maggio 2018 at 08:27

Che piatto meraviglioso, molto primaverile ieri ho mangiato la frittata con gli asparagi, un frittatone per essere precisi, sono golosissima.
Un bacione

Reply
Ada Parisi 2 maggio 2018 at 16:10

Come ti capisco!!! Un abbraccio, Ada

Reply

Leave a Comment