I pomodori confit

  • Parliamo dei POMODORI CONFIT: io non posso farne a meno. Per me sono indispensabili, sia come guarnizione sia come vero e proprio condimento. Sul blog trovate decine di ricette di antipasti, primi e secondo che senza questi deliziosi pomodorini perderebbero il loro sapore. Prepararli è semplice e vi consiglio di farne in quantità perché si conservano bene coperti con alluminio e messi nel frigorifero. Gli ingredienti sono pochi e vedrete che non ci sono dosi perché tutto dipende un po’ dal vostro gusto: li volete più salati? Li preferite dolci? Con o senza pepe? E quali aromi volete mettere: origano, timo, maggiorana? Dovete solo sperimentare: io di solito uso i pomodori Piccadilly, i datterini o i pizzutelli. Se vi piace, a metà cottura potete anche cospargerli con del pane grattugiato: non è la ricetta tradizionale, ma è un tocco croccante e sfizioso che può essere utile in alcune preparazioni. Cliccando qui trovate anche la videoricetta passo passo sul mio canale You Tube, al quale se vi va potete anche iscrivervi per ricevere tutti gli aggiornamenti!
Paccheri con pomodori confit e briciole di pane

Paccheri con pomodori confit e briciole di pane

Ingredienti per una placca da forno di dimensione standard:

  1. 30 pomodori Piccadilly
  2. origano, timo, salvia e maggiorana freschi quanto basta
  3. sale e pepe quanto basta
  4. olio extravergine di oliva quanto basta
  5. 2 cucchiai di zucchero di canna

Preriscaldare il forno statico a 100 gradi. Lavare i pomodori, asciugarli, tagliarli a metà e disporli su una placca da forno rivestita di carta forno e unta con un filo di olio. Cospargerli con zucchero, sale e le foglie di timo, maggiorana e origano e mettere in forno per almeno due ore o finché  i pomodori non saranno appassiti.

Se volete, potete aggiungere  un poco di pane grattugiato, dopo la prima ora di cottura,  irrorando ancora i pomodori con un filo di olio. In questo modo potete usarli, ad esempio, per condire una pasta asciutta.

8 comments

donatella 23 novembre 2017 at 13:03

buon giorno, è la prima volta che scrivo ma ricevo sempre i tuoi articoli, mi piace molto cucinare e quindi cerco di curiosare sempre per imparare. trovo le tue ricette molto interessanti e stuzzicanti. a proposito dei pomodorini confit, posso usarli anche come antipasto, in un buffet, sto preparando quello che oggi si chiamerebbe apericena per festeggiare la laurea di mio figlio, e li vorrei aggiungere al menù, a me piacciono molto ?
grazie

Reply
Ada Parisi 23 novembre 2017 at 13:45

Ciao Donatella. Intanto benvenuta e grazie per la fiducia. Certo, puoi usare i pomodorini confit in un antipasto: da una semplice bruschettina con burrata o mozzarella di bufala e pomodori confit, a un muffin con pomodori confit e parmigiano (trovi la ricetta sul sito) o una pasta anche fredda con pomodori confit e sesamo (anche qui trovi la ricetta), sono buoni e li puoi preparare in anticipo, quindi un’ottima soluzione. Fammi sapere! Ada

Reply
Marco Passarello (@Vanamonde65) 29 maggio 2014 at 19:38

Ma bisogna togliere i semi o solo tagliarli a metà? Io mi sono limitato a tagliarli a metà e sono venuti ottimi, anche se ho dovuto tenerli in forno un po’ di più… Però non so come sia la consistenza ideale.

Reply
Siciliani creativi in cucina 29 maggio 2014 at 21:20

Ciao e benvenuto. Allora, se li vuoi più umidi e succosi lasci i semi e, come hai notato da solo, li cuoci un poco di più. se ti servono più secchi li togli. Dipende dai gusti. Io preferisco lasciarli, soprattutto se uso pachino ciliegini o piccadilly. Spero di esserti stata utile. A presto, ada

Reply
Maurizia Le Ricette del Pozzo Bianco 27 maggio 2014 at 15:42

Mi avevano insegnato che i pomodori devono “asciugare lentamente” e per questo si usa il forno ventilato (120-140 gradi) per circa 40 min. io li ho sempre preparati così e vengono molto bene…..

Reply
Siciliani creativi in cucina 27 maggio 2014 at 16:01

Ciao Maurizia! Allora, il forno ventilato a 140 gradi è un trucco per abbreviare il procedimento. Il modo giusto, quello che dovrebbero usare gli chef (me lo hanno insegnato al corso professionale ma già li facevo così perché avevo letto vari libri) sarebbe 100 gradi per un’ora e trenta o due in forno statico. Vengono più morbidi e umidi. Ma certo, con l’altro metodo c’è un risparmio notevole di tempo, a volte lo uso anche io.. Bacioni, Ada

Reply
ketty 26 maggio 2014 at 08:02

Benissimo li terrò in frigo per varie preparazioni estive invece del solito pachino acquoso e con la buccia dura.
Grazie

Reply
Siciliani creativi in cucina 26 maggio 2014 at 11:50

Ciao Ketty e benvenuta. Scoprirai che i pomodori confit, che io adoro, sono indispensabili e versatili: poi considera che puoi fare così i Piccadilly, ma anche i Pachino, i ciliegino… insomma, tutti i tipi, basta affettarli eventualmente sottili e rimuovere semi e acqua di vegetazione. Provali nelle paste, sia calde sia fredde, o nei sughi di pesce o, per esempio, con un pesce in padella insieme a olive, capperi e prezzemolo. Veramente squisiti. A presto, Ada

Reply

Leave a Comment