Girelle danesi con crema e uvetta

Girelle danesi con la crema e l’uvetta. Per me è un ricordo d’infanzia, di quando andavo a scuola (liceo classico, rigorosamente accompagnata andata e ritorno da mamma o da papà) e ci si fermava in mezzo al traffico per prendere la merenda. La mia scelta cadeva sempre su quattro alternative: le girelle danesi con crema e uvetta, la veneziana con la crema, la mitica treccina con la granella di zucchero, oppure i meravigliosi “panini di cena” ricoperti di “ciciulena” (il sesamo). Visto che ho deciso di lasciarvi le ricette di tutte queste brioche semplici e buonissime, iniziamo proprio con le più ricche: le veneziane che trovate già sul sito e le girelle danesi, un impasto a doppia lievitazione, farcito con crema pasticcera e uva passa, cosparso di zucchero a velo. Sono morbide, con il gusto delicato della crema e la dolcezza dell’uvetta. Dovrete stare attenti a quante ne fate, perché sono anche così leggere da andare via in un attimo. Come sempre, vi lascio le dosi con il lievito di birra secco, con il lievoto fresco e con il lievito madre. Potete fare l’impasto nella planetaria ma anche a mano, non vi darà grossi problemi. Per il resto, il procedimento è un po’ lungo ma è molto semplice. Non dovete avere fretta ma dovete rispettare i tempi di lievitazione e il raddoppio dell’impasto. Chiuse in un apposito sacchetto gelo, si conservano per un paio di giorni, oppure potete congelarle appena cotte e poi rinvenirle nel forno a cento gradi, per una colazione golosissima. Buona giornata!

GIRELLE DANESI CON CREMA E UVETTA (dosi per 20 danesi circa)

Print This
PORZIONI: 10 TEMPO DI PREPARAZIONE: TEMPO DI COTTURA:

INGREDIENTI

  • PER L'IMPASTO
  • 500 grammi di farina forte (W 320-340, va bene una farina manitoba)
  • 100 grammi di zucchero semolato
  • 170 grammi di burro morbido
  • 15 grammi di miele millefiori
  • 170 grammi di uova (3 uova di medie dimensioni)
  • 90 millilitri di latte tiepido
  • un baccello di vaniglia Bourbon
  • scorza grattugiata di limone biologico
  • 8 grammi di sale
  • 2 grammi di lievito di birra secco, oppure 5 grammi di lievito fresco, oppure cento grammi di lievito madre
  • E ANCORA
  • 120 grammi di uva passa
  • 250 grammi di crema pasticcera
  • PER LA GLASSATURA
  • un tuorlo
  • 20 millilitri di panna liquida fresca
  • zucchero a velo, quanto basta

PROCEDIMENTO

Per l’impasto delle girelle danesi alla crema: sciogliere il lievito che avete scelto di usare nel latte a temperatura ambiente. Versare il liquido nella planetaria (o in una ciotola se preferite lavorare il composto a mano). Aggiungere al liquido la farina, le uova leggermente sbattute, il miele, lo zucchero, la scorza di limone grattugiata, i semini di vaniglia. Lavorare a bassa velocità con la frusta a gancio fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo.

Quando l’impasto avrà preso corpo, aggiungere poco per volta il burro morbido e il sale. Continuare a lavorare l’impasto con la frusta a gancio a bassa velocità fino a ottenere un impasto omogeneo, liscio, lucido, incordato. Mettere l’impasto per i danesi in una ciotola, coprirlo con pellicola per alimenti e lasciarlo lievitare a temperatura ambiente e in luogo caldo fino al raddoppio. Poi, sgonfiarlo lavorandolo delicatamente con le mani sul piano di lavoro, rimetterlo in ciotola e conservarlo in frigorifero per almeno 3 ore (almeno, nulla vieta di lasciarlo anche 24 ore, dipende da voi).

Per la crema pasticcera: mentre l’impasto riposa preparare la crema pasticcera seguendo le indicazioni che trovate qui. Una volta pronta, stendere la creama in un piatto, coprirla con la pellicola per alimenti e lasciarla raffreddare completamente.

Per reidratare l’uva passa: mettere l’uva passa a bagno in acqua calda per 30 minuti (se volete, potete aggiungere un po’ di rum all’acqua calda). Scolare l’uva passa, strizzarla a tamponarla con cura. Deve essere totalmente asciutta.

Formazione dei danesi: trascorse le tre ore, prendere l’impasto e stenderlo con il mattarello fino a formare un rettangolo di circa mezzo centimetro di spessore. Sopra l’impasto, distribuire la crema pasticcera (FOTO 1), spalmandola sull’intera superficie e lasciando un centimetro di spazio vuoto sui bordi lunghi. Distribuire l’uva passa in modo uniforme sulla crema pasticcera (FOTO 2). Avvolgere l’impasto formando un rotolo (FOTO 3). Tagliare il rotolo a fette dello spessore di 2 centimetri circa (FOTO 4). Rivestire una teglia da forno con la carta forno e adagiarvi le girelle, che devono essere ben distanziate le une dalle altre (FOTO 5). Coprire la teglia con la pellicola per alimenti. Lasciare lievitare fino al raddoppio del volume.

Preriscaldare il forno a 180 gradi statico. Quando le brioche saranno raddoppiate di volume, bagnare il pennello con tuorlo d’uovo mescolato con panna. Ripetere per due volte l’operazione (FOTO 6). Infornare e cuocere per 15 minuti o finché le girelle con crema e uvetta non saranno gonfie e dorate. Fare intiepidire, cospargere di zucchero a velo e servire immediatamente. Buon appetito!

SUGGERIMENTI

IL CONSIGLIO: nonostante 3 ore di riposo dell'impasto in frigorifero siano sufficienti, il mio suggerimento è di lasciare l'impasto in frigorifero per almeno 6-12 ore. Preparatelo la sera, mettetelo in frigorifero e andate a letto. L'indomani potrete proseguire con la lavorazione dei danesi. Vi assicuro che in questo modo l'impasto maturerà e le girelle saranno più leggere, digeribili e si conserveranno più a lungo.

Dai una occhiata anche a...

2 comments

elisabetta 21 aprile 2018 at 08:52

Davvero buonissime

Reply
Ada Parisi 24 aprile 2018 at 00:13

Grazie Elisabetta!

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.