Pappardelle con crema di carciofi e nocciole

  • pappardelleaicarciofi
  • pappardelleaicarciofi3
  • pappardelleaicarciofi4
  • pappardelleaicarciofi2

Ancora carciofi. Il fatto è che io li adoro e stanno per lasciarci… anzi praticamente la stagione è finita e devo assolutamente approfittare degli ultimi che trovo. Eccovi quindi le pappardelle di grano duro con una crema di carciofi e pecorino, una spolverata di nocciole tostate e,  manco a dirlo, un po’ di foglie di carciofo fritto per guarnire (perché buttare le foglie esterne dei carciofi quando la parte più vicina al gambo di può riciclare?). E’ un piatto dal sapore delicato ma goloso, che si presta benissimo a una interpretazione vegana eliminando il burro e il pecorino e sostituendo il latte con quello di soia. Lo potete preparare anche con le pappardelle o le fettuccine all’uovo (magari fatte in casa), dipende dai vostri gusti. Se pensate di prepararlo per più di 4 persone vi consiglio addirittura la pasta corta, più semplice da gestire e che assorbe meno sugo. Ancora una cosa: quando sarà periodo di menta fresca usatela al posto del prezzemolo, vedrete che sprint al piatto!

Pappardelle con carciofi e nocciole

Pappardelle con carciofi e nocciole

Ingredienti per 4 persone: 

  • 5 carciofi romaneschi
  • 360 grammi di pappardelle di grano duro o all’uovo, quelle che preferite
  • prezzemolo fresco quanto basta
  • uno spicchio d’aglio
  • un cipollotto fresco
  • sale e pepe quanto basta
  • olio extravergine di oliva quanto basta
  • 150 millilitri di latte parzialmente scremato
  • 30 grammi di granella di nocciole
  • farina quanto basta per infarinare il carciofo da friggere
  • 50 grammi di pecorino stagionato Dop grattugiato
  • 30 grammi di burro
  • olio di semi per friggere 

Pulire i carciofi dalle foglie esterne, dalle parti dure e togliere il gambo e le estremità, tenendo da parte le foglie interne più tenere per friggerle. Dividere i carciofi a metà e levare la ‘barbetta’ interna, poi metterli in una ciotola con acqua e limone. Tritare  sottilmente il cipollotto e farlo appassire, insieme all’aglio, in un tegame con l’olio extravergine e un po’ di acqua. Nel frattempo, tagliare a pezzi i carciofi: metterli nel tegame, farli rosolare, aggiustare di sale, unire il prezzemolo tritato, il latte e poca acqua, quindi coprire e cuocere a fuoco medio per 15 minuti circa, aggiungendo se necessario ancora acqua calda. Quanto i carciofi saranno cotti, frullarli con il pecorino e mettere il composto nel tegame. La crema deve essere piuttosto fluida.

Infarinare le foglie dei carciofi che avete messo da parte e friggetele nell’olio di semi, salandole solo alla fine.

Tostare le nocciole in una padella antiaderente per un minuto e tritare la menta.

Lessare le pappardelle in abbondante acqua salata e, mentre la pasta cuoce, scaldare il sugo al quale aggiungerete il burro e tanta acqua di cottura quanto è necessario per ottenere una crema morbida (tenete presente che deve essere piuttosto lenta perché le pappardelle prendono molto sugo). Scolare la pasta al dente e mantecarla in padella con la crema di carciofi e il pecorino. Servire le fettuccine guarnendo il piatto con le nocciole tostate e le foglie di carciofo fritte. Buon appetito! 

L’ABBINAMENTO: queste fettuccine ci portano al nord, con un vino del Trentino. Abbiamo scelto “Palustella” una Nosiola Doc , vitigno bianco autoctono, prodotto dalle cantine Zeni. Dai sentori fruttati e spiccati di nocciola (da cui, appunto, prende il nome), con un gusto secco, si adatta bene alla crema di carciofo.

 

Written by:

Published on: 4 maggio 2013

Filled Under: Pasta, Piatti vegetariani, Primi piatti

Views: 2342

Tags: , , , ,

2 Responses to Pappardelle con crema di carciofi e nocciole

  1. giusy ha detto:

    adoro anch’io i carciofi e sicuramente provero’ la ricetta che trovo molto interessante per gli ingredienti usati. Complimenti!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *