Crostata di ricotta e cioccolato

Crostata di ricotta e cioccolato. In Sicilia la chiamiamo “cassata al forno”: l’origine siciliana si intuisce dall’aggiunta di cannella, canditi e scorza di limone nella crema di ricotta. Questo dolce squisito e facile si chiama anche cassata al forno perché il ripieno racchiude in pratica tutti gli ingredienti della cassata e in casa mia lo si prepara da tempo immemorabile. La crostata va ‘coperta’ con la pasta frolla, affinché la ricotta non vada in ebollizione e non si secchi. Sul mio canale You Tube trovate anche la video ricetta passo passo, sia della frolla sia della farcia. Provatela la mattina con il caffè oppure, accompagnata da una salsa ai frutti di bosco, per una cena con amici. Se vi piacciono i dolci con la ricotta, una volta assaggiata questa crostata non smetterete più di rifarla. Non dimenticate di andare a vedere tutte le altre crostate: quella con crema gialla e marmellata,  quella con la marmellata di pesche e quella con composta di fragole e ganache al cioccolato fondente. Buona giornata!

Crostata di ricotta e cioccolato

Ingredienti per una tortiera da 22-24 centimetri:

per la farcia:

  • 600 grammi di ricotta di pecora
  • 170 grammi di zucchero extrafino
  • 70 grammi di cioccolato fondente
  • 40 grammi di canditi misti
  • cannella quanto basta
  • estratto di vaniglia quanto basta
  • la scorza grattugiata di una arancia

per la pasta frolla:

  • 400 grammi farina 00
  • 200 grammi di burro freddo
  • 160 grammi di zucchero
  • la scorza di un limone grattugiato
  • estratto di vaniglia
  • due tuorli
  • un pizzico di sale

Crostata di ricotta e cioccolato

Per la pasta frolla. Mettere sul piano da lavoro la farina e fare un buco nel centro: disporvi il burro freddo tagliato a pezzetti e lavorare velocemente con la punta delle dita. Unire un tuorlo e mezzo (tenete il resto da parte per spennellare la superficie della crostata), lo zucchero, la vaniglia, la scorza di limone e il pizzico di sale e lavorare la pasta finché non diventi liscia e omogenea, senza grumi di burro. Avvolgere il panetto nella pellicola per alimenti e metterete in frigorifero a riposare per almeno 30 minuti. Preriscaldare il forno statico a 180 gradi.

Per la farcia. In una ciotola capiente lavorare la ricotta con lo zucchero fino a farla diventare morbida e liscia. Unire il cioccolato tagliato a pezzi non troppo piccoli, per evitare che si sciolga in cottura (in alternativa potete usare le gocce di cioccolato) e poi tutti gli altri ingredienti. Imburrare e infarinare la tortiera, quindi rivestire il fondo e i lati con uno strato di pasta frolla alta 3-4 millimetri; bucherellare il fondo con una forchetta. Versare la farcia nella tortiera, livellarla con una spatola e ricoprire il tutto con un altro disco di pasta frolla, rimboccandola bene ai bordi. Spennellare la cassata al forno con il tuorlo rimasto diluito con un cucchiaino di latte, e infornare per circa 40 minuti. Lasciare raffreddare la crostata di ricotta e cioccolato e servirla cosparsa di zucchero a velo.

L’ABBINAMENTO: Con questa crostata consigliamo un Torcolato di Breganze, vino della provincia di Vicenza i cui aromi di miele si legano bene alla fragranza del burro della pasta frolla, così come la sua morbidezza è in grado di supportare il gusto complesso del cioccolato fondente. Suggeriamo in particolare il Torcolato 2009 dell’azienda Maculan.

TRA LE RICETTE DOLCI DELLA TRADIZIONE SICILIANA (clicca sulla foto per la ricetta):

Cassata siciliana

 

 

 

 

 

 

Sfinci di San Giuseppe

 

 

 

 

 

 

Paste di mandorla siciliane

 

 

 

 

 

 

 

Biscotti ‘Regina’ al sesamo

 

 

 

 

 

 

 

Crispelle dolci di riso

 

 

 

 

 

 

Cannoli siciliani

 

 

 

 

 

 

Brioches siciliane (quelle con il tuppo)

 

 

 

 

 

 

Ravioli dolci fritti di ricotta (cassatelle siciliane)

 

 

 

 

 

 

 

Gelo di mandarini su frolla alla cannella

 

25 Responses to Crostata di ricotta e cioccolato

  1. silvia ha detto:

    Ciao Ada, ho provato ieri la tua ricetta. Il sapore era perfetto, la tua frolla tra l’altro è identica alla ricetta che uso da sempre (di mia mamma), però la prossima volta che la farò, userò un po’ meno frolla (oppure aumenterò le dosi della farcia).
    Grazie un saluto affettuoso, Silvia

    • Siciliani creativi in cucina ha detto:

      Ciao Silvia grazie! Se preferisci avere più ripieno puoi anche usare una teglia più piccola usando un po’ meno frolla (faccio spesso i biscotti con gli avanzi) e la farcia sarà più alta. Credo che dovrà cuocere un pelino in più in questo caso. Buon fine settimana!

  2. vicaincucina ha detto:

    Ma quanto mi piace la ricotta nei dolci… troppo! Di certo i dolci siciliani hanno rivoluzionato la pasticceria italiana, sono i migliori!!!!

    • Siciliani creativi in cucina ha detto:

      Lo so che tu sei in grado di apprezzare! I dolci con la ricotta sono i miei preferiti e mi piace di più questa crostata semplice della cassata. Pienamente d’accordo sulla rivoluzione siciliana in pasticceria! Ti abbraccio, Ada

  3. Elisabetta ha detto:

    ha un aspetto favoloso!!da provare…dopo aver perso qualche…etto…accumulato in queste feste 😉 complimenti!!

    • Siciliani creativi in cucina ha detto:

      Ciao Elisabetta, grazie e benvenuta nel mio blog. Si, meglio provarla dopo un po’ di disintossicazione, anche perché crea dipendenza… Cari saluti, Ada

  4. claudia ha detto:

    Ciao. Io ho un forno ventilato che odio!!!! non riesco neanche a capire i simboli 🙁
    come dovrei impostarlo? tradizionale ? ( le resistenze della suola e della volta funzionano)
    tradizionale ad impulsi? ( le resistenze della suola e della volta funzionano tramite l’elica del cirucito dell’aria in modo da asicurare un’ uniformità di cottura)

    grazieeeeee

    • Siciliani creativi in cucina ha detto:

      Ciao Claudia. Allora, io ho un forno elettrico normalissimo e uso la funzione statica per cuocere le crostate. Quindi credo tu debba usare la funzione tradizionale. La funzione ventilata del mio forno, che credo corrisponda alla tua ad impulsi, fa scurire troppo la crostata sulla superticie. D’altra parte, la crostata necessita di cottura soprattutto sul fondo e quindi il calore maggiore deve essere emanato dalla resistenza della suola… Spero di esserti stata un po’ di aiuto… Fammi sapere, Ada

  5. ….. ne immagino la bontà , la morbidezza, l’aroma…..

    • Siciliani creativi in cucina ha detto:

      Ciao Maurizia! Buona è buona in effetti… preparala, peccato solo immaginare, fatta da te verrà strepitosa. Ada

  6. Maria ha detto:

    vorrei sapere perchè mi si rompe la frolla? cosa sto sbagliando???
    grazie

    • Siciliani creativi in cucina ha detto:

      Ciao Maria, è strano che si rompa, le quantità della frolla sono esatte. Forse ti si rompe perché é un po’ secca, potrebbe dipendere anche dalla temperatura in cucina. Prova a mettere due tuorli interi e ad aggiungere uno o due cucchiai di latte intero all’impasto e fallo riposare 20 minuti in frigorifero avvolto nella pellicola trasparente per alimenti. Fammi sapere, Ada

  7. adele ha detto:

    Ragazziiii buona buona buona !

  8. sissi ha detto:

    Ricette inserite!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Sissi

  9. sissi ha detto:

    Buonaa la tua crostata!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Fai la modifica anche qui!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Sissi

  10. Ciao! Complimenti per la ricetta è davvero buona!

  11. Mrs Deer ha detto:

    oh good idea to mix the ricotta and chocolate pie!
    I never try that should be a delight!!

  12. jerry ha detto:

    ottima preparazione, complimenti !!!!!!!

  13. amorincucina ha detto:

    Questa torta sarà mia! A differenza della mia amata Cetty…adoro i dolci con la ricotta. Per cui, mia prossima mammina, preparati perchè ti chiederò fi farmela!
    p.s. Grazie Ada! eh heh eh

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *