Coniglio in umido con carciofi e patate

  • coniglioconcarciofi
  • coniglioconcarciofi2

Come avrete capito, il coniglio è una delle carni che uso più spesso: carne bianca, molto magra, economica, piuttosto neutra di sapore e quindi molto versatile in cucina. Mi esercito preparandolo nei modo più diversi: oggi l’ho fatto in umido, con patate e carciofi, sfumato con del vino bianco e abbinato al sapore pungente dei cipollotti freschi. Si prepara in fretta, non prevede una lunga cottura ed è molto saporito. Un ottimo piatto unico, visto che c’è la carne, ci sono le fibre delle verdure e anche i carboidrati.

Ingredienti per 4 persone: 

  • 1,2 chili di coniglio in pezzi
  • 8 carciofi
  • 4 patate grandi
  • 1 cipolla dorata piccola
  • 2 cipollotti freschi
  • una foglia di alloro
  • sale e pepe quanto basta
  • un pizzico di paprika dolce
  • farina quanto basta per infarinare il coniglio
  • 200 millilitri di vino bianco secco
  • brodo vegetale quanto basta
  • burro quanto basta per rosolare le patate (o olio evo se preferite)
  • burro quanto basta per rosolare i carciofi (o olio evo se preferite)

Lavare il coniglio e asciugarlo con la carta assorbente, poi passarlo da tutti i lati nella farina e soffriggerlo in una ampia casseruola finché non sarà dorato da ogni lato. Mettere da parte. Tritare non troppo finemente la cipolla e i cipollotti, mettendo da parte le parti verdi di questi ultimi, e farli appassire nell’olio. Aggiungere la paprika e l’alloro e disporre nella casseruola i pezzi di coniglio soffritti in precedenza. Salare, pepare e sfumare con il vino bianco. Fare evaporare la parte alcolica e aggiungere il brodo (circa 2 bicchieri). Coprire e fare cuocere per 30 minuti circa.

Nel frattempo, lavare le patate, pelarle e tagliarle in spicchi piuttosto grossi: mettere in una padella il burro (o l’olio se preferite) e rosolarle finché non saranno dorate. Salare, pepare, coprire e cuocere portandole a cottura, poi metterle da parte. Pulire anche i carciofi eliminando il gambo, le foglie più esterne, le estremità più dure e la barbetta interna. Tagliarli a metà e poi in quarti e farli saltare per 5 minuti in padella con burro o olio. Devono restare croccanti. Salare, pepare e mettere da parte.

Quanto il coniglio sarà tenero e il fondo abbastanza ristretto da essere denso, aggiungere i carciofi e fare cuocere altri 5 minuti sempre coperto, infine unire le patate, spegnere il fuoco e fare riposare per 5 minuti ancora. Servire il coniglio con la sua salsa, i carciofi, le patate e le parti verdi del cipollotto fresco tagliate finemente.

L’ABBINAMENTO: Un Nebbiolo Doc prodotto dall’azienda Rovellotti, a Ghemme, è il nostro suggerimento in questo piatto. E’ un rosso fresco ed equilibrato, con profumi di frutti di bosco. I suoi tannini leggeri e morbidi non contrastano eccessivamente con il sapore dei carciofi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *