Coniglio in agrodolce

Coniglio in agrodolce con i carciofi: oggi un classico secondo piatto della tradizione siciliana che faccio spesso e amo molto. Il coniglio è una carne bianca versatile, che in Sicilia usiamo insapore e condire con la base del soffritto della caponata di melanzane: cipolla, sedano, olive verdi in salamoia, capperi e pomodoro.  In stagione, aggiungiamo anche i carciofi, che danno al coniglio in agrodolce uno sprint particolare, anche s epotete prepare il piatto anceh senza. La carne bianca del coniglio è esaltata dall’agrodolce: è un piatto che si serve a temperatura ambiente o appena tiepido, mai caldo, per gustare al meglio il connubio tra i sapori. Vi suggerisco, anzi, di prepararlo con un giorno di anticipo: sarà molto più buono. Buona giornata!

Se vi piace il coniglio, provate quello al forno con patate, cipolle e prosciutto crudo, morbido e saporito o quello stufato con le olive, alla sarda.

Ingredienti per 4 persone:

  •  un coniglio fatto a pezzi non troppo piccoli
  •  una cipolla rossa, meglio se di Tropea
  •  3 coste di sedano
  •  20 olive verdi in salamoia
  •  una abbondante manciata di capperi
  • 400 grammi di polpa di pomodoro a pezzettini
  •  olio di oliva extravergine quanto basta
  •  sale e pepe quanto basta
  • 4 carciofi (in stagione)
  •  mezzo bicchiere di aceto di vino rosso
  •  un cucchiaio abbondante di zucchero

Coniglio in agrodolce con carciofi

Pelare e lavare la cipolla, quindi tagliarla a fettine sottili. Pulire il sedano e tagliarlo a pezzetti.

Lavare bene e asciugare il coniglio, togliendo eventuali peli residui e pezzetti d’osso. Mettere in un tegame capiente un po’ di olio extravergine di oliva e soffriggervi il coniglio facendolo rosolare bene fino a doratura da ogni parte. Mettere il coniglio da parte.

Buttare l’olio in cui avete soffritto il coniglio e, nella stessa padella, mettere un altro filo di olio e poca acqua e, a freddo, unire la cipolla e il sedano. Stufare le verdure mescolando spesso: quando il sedano sarà traslucido, aggiungere i capperi dissalati, le olive fatte a pezzetti e la polpa di pomodoro. Cuocere 10 minuti e mettere il tutto in una ciotola.

Mettere nella padella i pezzi di coniglio e versarvi sopra il condimento. Aggiustare di sale e pepe, unire un bicchiere di brodo vegetale o di acqua calda e fare cuocere coperto per quaranta minuti circa a fuoco medio.

Se volete aggiungere i carciofi, è il momento: puliteli eliminando le foglie esterne e il l’estremità del gambo, tagliare i cuori a metà ed eliminare la barbetta interna, quindi tagliarli in quarti e disporli sul coniglio. Cuocere i carciofi e il coniglio per altri 10 minuti. Mescolare in un bicchiere l’aceto con lo zucchero fino a scioglierlo bene. Quando il coniglio sarà cotto e i carciofi ancora croccanti, alzare la fiamma e versarvi l’aceto: fare sfumare e proseguire la cottura senza coperchio per altri 10 minuti circa. Servire il coniglio in agrodolce appena tiepido o, meglio ancora, a temperatura ambiente.

L’ABBINAMENTO:  con un piatto agrodolce vi suggeriamo, come con la caponata vista la presenza del connubio zucchero-aceto, un Lacrima Christi delle Cantine Villa Dora, il ‘Gelsonero’, rosso di buon corpo con sentori di frutta matura e buona persistenza.

 

 

Dai una occhiata anche a...

17 comments

claudia 12 novembre 2013 at 08:48

Buongiorno Ada!
Fatto ieri per cena…..
SUPER!!!!!
Ti auguro una buona giornata!!!

Reply
Siciliani creativi in cucina 12 novembre 2013 at 10:05

Claudia! Sei stata nominata ‘follower che mi da più soddisfazioni’! Mi fai iniziare bene la giornata, un caro saluto, Ada

Reply
claudia 12 novembre 2013 at 11:34

🙂
che onore!!! Grazie!!!!
Ma non è merito mio se le vostre ricette sono tutte buone!!!
Io le faccio e poi…ça va sans dire … il successo è assicurato!!!
Un abbraccio!!!

Reply
MGiò 28 giugno 2013 at 20:12

Piatto riuscitissimo!!!! 🙂
Grazie 1000 !!!!

Reply
Siciliani creativi in cucina 28 giugno 2013 at 23:01

Mi rendi veramente felice! Il mio fine settimana ora sarà perfetto anche se tira il maestrale!!!

Reply
MGiò 26 giugno 2013 at 10:23

Che bontà!!!!!
Lo preparerò , domani , per la famiglia

Reply
Siciliani creativi in cucina 26 giugno 2013 at 13:11

Ne sono felice! Fammi sapere se ti è piaciuto!

Reply
conunpocodizucchero.it 12 marzo 2013 at 22:55

l’agrodolce è uno di quei termini che mi mette acquolina solo a pronunciarlo! 🙂 in bocca al lupo! baci baci

Reply
fratelli_ai_fornelli 12 marzo 2013 at 22:57

Ciao Elena!!! Aspetto un’altra delle tue creazioni sopraffine, il coniglio è buono ma non ‘etereo’ come i tuoi dolci…un bacetto Ada

Reply
Karin I.S.A. Frauenfeld 12 marzo 2013 at 20:25

Hello Ada, I`m Happy to share my Liebster Award with you and a few others. Please read & collect it from my blog http://karinisafrauenfeld.blogspot.de/ and share them with your blogger friends 🙂

Reply
fratelli_ai_fornelli 12 marzo 2013 at 22:33

Hi Karin!!! Thanks you for appreciating my blog … I’ll be right by you and a great, big ciao!

Reply
Not Only Sugar 12 marzo 2013 at 12:53

Questo coniglio è proprio invitante..

Not Only Sugar

Reply
fratelli_ai_fornelli 12 marzo 2013 at 12:53

Grazie!!! Benvenuta sul nostro blog, grazie per la visita!!!

Reply
luisella 12 marzo 2013 at 12:38

wow Ada questa te la rubo, l’ho mangiato anni fa in quei di Palermo ed è una delizia =)

Reply
fratelli_ai_fornelli 12 marzo 2013 at 12:54

Ciao cara, si è buonissimo…la mia ricetta è di famiglia, fammi sapere se ti piace. Un bacio grande.

Reply
Valentina 12 marzo 2013 at 11:36

ma che bontà!!!!
questa ricetta sarebbe perfetta per il mio contest, dovreste partecipare!
Vale

Reply
fratelli_ai_fornelli 12 marzo 2013 at 12:22

Ciao!! Ora vengo a vedere il tuo sito e il tuo contest! Grazie mille, Ada

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.