Chantilly allo zafferano e frutti di bosco su terra di cacao e nocciole

  • cremazafferanomirtilli2
  • cremazafferanomirtilli
  • cremazafferanomirtilli5

Crema allo zafferano e limone, terra di cacao e nocciole e composta di frutti di bosco. Un dolce facile ma di sicuro effetto, soprattutto se presentato in coreografici baloon o in ampi calici da vino rosso, con tutti i colori delle feste in arrivo. La cifra di questo dolce al cucchiaio è la golosità: la croccantezza della terra di cacao e nocciole, burrosa e friabile, la morbida cremosità della crema dal sentore di zafferano e limone, la dolcezza e l’acidità dei frutti di bosco tiepidi, sparsi sulla crema fredda. Tutte le preparazioni potete farle in anticipo: la terra di cacao dovete conservarla in un contenitore ermetico e in un luogo non umido, la crema in frigorifero e così pure i frutti di bosco, anche se vi consiglio di saltarli all’ultimo momento, se vi è possibile, perché lo sciroppo tiepido e appena fatto è sicuramente più fresco e più buono. E’ il dolce perfetto per concludere una cena importante, anche a Natale o Capodanno, perché nessuno può dire di no a un dessert al cucchiaio, neanche dopo un pasto lungo e abbondate. Servitelo a mezzanotte e brindate con un calice di Moscato d’Asti Docg. Noi abbiamo scelto quello dell’azienda agricola La Caudrina. Buona giornata!

Chantilly allo zafferano e frutti di bosco su terra di cacao e nocciole

Ingredienti per 4 persone:

per la crema chantilly allo zafferano

  • 100 millilitri di latte intero fresco
  • 25 millilitri di panna liquida fresca
  • 4 pistilli di zafferano o la punta di un cucchiaino in polvere
  • 40 grammi di tuorli
  • 40 grammi di zucchero semolato
  • 20 grammi di maizena
  • la scorza di un limone biologico
  • 100 millilitri di panna fresca da montare

per la terra di cioccolato e nocciole

  • 60 grammi di farina 00
  • 10 grammi di cacao amaro in polvere
  • 20 grammi di zucchero a velo
  • 30 grammi di burro freddo
  • un pizzico di sale

per la composta tiepida di frutti di bosco

    • lamponi, ribes e mirtilli, quanto basta
    • 30 grammi di zucchero semolato
    • il succo di mezzo limone

Chantilly allo zafferano e frutti di bosco su terra di cacao e nocciole

Per la terra al cacao: preriscaldare il forno a 180 gradi statico. Mettere sul piano di lavoro la farina, il cacao amaro, lo zucchero e un pizzico di sale, Unire il burro freddo tagliato a dadini molto piccoli e lavorare con la punta delle dita, velocemente, fino ad ottenere un composto a briciole. Spargere il composto sopra una placca da forno imburrata e infarinata, in modo che le briciole di impasto siano ben distanziate. Cuocere per 10 minuti, quindi lasciare raffreddare completamente. Tritare grossolanamente le nocciole, tostarle e unirle alla terra di cacao.

Per la crema allo zafferano: montare in una ciotola i tuorli con lo zucchero fino a ottenere un composto gonfio e spumoso. versare in una casseruola latte, panna liquida e zafferano e scorza di limone. Cuocere a fuoco bassissimo finché il latte non sarà ben caldo. Eliminare la scorza di limone. Versare il latte a filo sul composto di uova, mescolando fino a ottenere una crema senza grumi. Rimettere il liquido sul fuoco e cuocere, sempre mescolando, finché la crema non si addensa. Versare la crema in una ciotola, coprire con pellicola per alimenti a contatto e fare raffreddare. Semi montare la panna rimanente (non a neve fermissima) e unirla alla crema. Conservare la crema in frigorifero.

Per la composta di frutti di bosco: mettere tre quarti dei frutti di bosco in una padella con lo zucchero e il succo di limone e cuocerli per circa 5 minuti a fuoco vivace o finché non si formerà una sorta di sciroppo fluido.

Composizione del dolce: mettere sul fondo di coppette individuali (io ho usato dei baloon da superalcolici) la terra di cacao e nocciole, disporvi sopra la crema pasticcera allo zafferano utilizzando una sacca da pasticceria e quindi la composta tiepida di frutti di bosco. Guarnite il dolce con qualche frutto di bosco fresco, per una nota acidula e con un po’ di nocciole tostate. Buon appetito!

L’ABBINAMENTO: E’ uno dei migliori Moscato d’Asti in circolazione. Lo produce l’azienda agricola La Caudrina, a Castiglione Tinella, in provincia di Cuneo. I vigneti hanno quaranta anni di età e si trovano a circa 280 metri sul livello del mare, con esposizione sud ovest. Le uve sono raccolte interamente a mano. Questo vino Docg, dal basso contenuto alcolico, si presenta di un colore giallo paglierino, con profumi prevalentemente floreali, note di agrumi e di acacia, un sapore equilibrato e delicato che ricorda il tiglio e il glicine. Abbinato a questo dolce, dai profumi intensi di zafferano, questo vino frizzante è una carezza che ci invita a un altro gustoso boccone.

2 Responses to Chantilly allo zafferano e frutti di bosco su terra di cacao e nocciole

  1. elisabetta ha detto:

    Che squisitezza e che bella presenza nel bicchiere! Da provare pria e dopo Natale!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *