Uova
Category

  • Quiche lorraine

    Quiche Lorraine. Sicuramente avrete già sentito parlare di questa torta salata francese: uno scrigno di friabile pasta brisée che racchiude un ripieno morbido e cremoso, fatto di uova, panna, pancetta e gruviera. Quando la assaggiai a Parigi ormai tantissimi (troppi) anni fa, me ne innamorai immediatamente: questa torta salata ha tutto quello che a me piace. A partire dalle uova, che io adoro, per proseguire con il formaggio fuso, la pancetta croccante e non ultimo l’impasto, che è friabile, burroso e dal gusto unico. Per aiutarvi a realizzare una quiche lorraine perfetta vi lascio anche la VIDEO RICETTA passo passo di tutto il procedimento, mentre qui trovate anche la VIDEO RICETTA della pasta BRISEE, così non avete alcun margine di errore. La cosa meravigliosa di questa quiche è la consistenza del ripieno: per essere perfetta la farcia deve essere morbida, cremosa, umida. L’uovo non deve seccare e coagulare troppo, altrimenti farete una frittata, e non una quiche. La consistenza cremosa è raggiunta tramite l’aggiunta di panna (in Francia si usa una panna con un contenuto maggiore di grassi), mentre la pancetta apporta una nota croccante e soprattutto sapida e il formaggio dolcezza e morbidezza. Nella sua estrema semplicità questa torta rustica nata nelle campagne francesi è sempre in grado di dare una grande emozione al palato: provate e mi direte. Buona giornata!
    Continue Reading

    24 gennaio 2018 • Piatti unici, Pizze, torte rustiche e lievitati, Secondi, Uova • Views: 2127

  • Natale 2017, il mio menu creativo e tantissimi auguri a tutti voi!

    Natale è agli sgoccioli e io arrivo giusto in tempo con l’ultimo menu per le feste, il mio preferito, quello creativo. Dopo il menu vegetariano, quello di pesce e quello di carne oggi vi lascio il menu perfetto per una serata tra pochi amici gourmet, con una padrona (o un padrone) di casa che ama stare in cucina, che ama sperimentare qualcosa di nuovo e fare provare ai suoi ospiti un menu diverso, con abbinamenti un po’ originali e una presentazione più curata. Visto che i piatti sono un po’ complessi, e richiedono una scaletta ferrea nelle preparazioni, vi suggerisco di organizzarvi per tempo e di eseguire questo menu solo se siete non oltre 6 persone in tavola. Quest’anno ho scelto un antipasto vegetariano, una polentina con brodo di formaggio alle erbe, carciofo e uovo poché, una pasta ripiena semplice ma inconsueta al tempo stesso, perché sono dei ravioli con un cuore cremoso di pomodoro e un brodo di Parmigiano Reggiano 36 mesi, uno dei risotti che ho più amato quest’anno, quello cacio e pepe con i gamberoni. E ancora il baccalà su salsa di pane e zucca all’aglio e olio e, ovviamente la Cioccolato.10, la mia torta a strati al cioccolato in tutte le sue declinazioni. Immutati i regalini per gli ospiti: salame di cioccolato e frutta secca senza uova e tartufini al tahini e fior di sale.E adesso ho finito con i menu, quindi Buon Natale di cuore a tutti voi che mi seguite con pazienza e con affetto!

    Continue Reading

  • Natale 2017, il menu vegetariano: gusto ed eleganza

    Eccoci arrivati al quarto appuntamento con i menu delle feste. Dopo quello di pesce (come vuole la tradizione),  quello di carne (per chi non teme cene pantagrueliche) e quello creativo ora siamo arrivati al menu vegetariano dove verdure, uova e latticini compongono dei piatti ricchi, saporiti, eleganti e leggeri. Per nulla penalizzati dalla mancanza del pesce e della carne. In realtà, alcuni di questi piatti, come l’uovo con zucca e porcini, saranno sulla mia tavola tra Natale e Capodanno in una sorta di menu composto da ciò che ho più amato in questo 2017. Per il menu vegetariano ho pensato a uno sformatino golosissimo, con cime di rapa, ricotta, fondutina e melograno, poi a una crema delicata e originale con ceci, curcuma e broccoletti (in origine nella ricetta c’è una salsa alle acciughe che ovviamenti chi è vegetariano eviterà), un risotto che riunisce il sapore del sud tra i peperoni cruschi, le briciole di pane e le cime di rapa. Poi il secondo è, a mio parere, il piatto più elegante: crema di zucca, porcini, uovo in camicia e tartufo nero. Infine un dolce fresco, il creme caramel al mandarino e, come negli altri menu, tartufini al tahini e fior di sale e salame al cioccolato con frutta secca per iniziare l’anno nuovo con il gusto meraviglioso del cioccolato di qualità. A questo punto, rimane da pubblicare solo il menu creativo, per chi prevede cenoni molto intimi e in cucina ama affrontare piatti un po’ insoliti. Buona giornata!
    Continue Reading

    16 dicembre 2017 • Antipasti, Pasta, Piatti vegetariani, Primi piatti, Secondi, Uova • Views: 2648

  • L’autunno nel piatto: zucca, uovo, porcini e tartufo

    L’autunno nel piatto: uovo in camicia con purea di zucca, funghi porcini e tartufo nero. Un piatto che ha tutti i colori, i profumi e le consistenze di questa meravigliosa stagione. A dispetto di quello che potreste pensare, è un piatto molto molto facile da preparare: la purea di zucca è dolce e ricca, condita con burro e Parmigiano Reggiano, ingrediente che ritorna in una golosa crema di Parmigiano che dà al piatto una nota sapida e morbida. Il fungo e il tartufo vi portano direttamente nel sottobosco autunnale, l’uovo è una delle mie materie prime preferite e qui è protagonista, con il suo tuorlo fondente: ho amato molto questo sostanzioso piatto unico, perfetto con un calice di vino bianco fresco, profumato e dalle note saline. Lo definirei un piatto da bistrot, perfetto per una cenetta informale, dopo una serie di antipasti sfiziosi a base di salumi e formaggi di qualità. E ora buona giornata!
    Continue Reading

    15 novembre 2017 • Secondi, Sfizi, Uova • Views: 2358

  • Bresaola di tonno, finocchi, fragole e salsa tonnata

    Oggi una ricetta facile facile e fresca, fatta non di tecniche e di cotture ma di abbinamenti un po’ particolari: è una insalata con finocchi, fragole, uova di quaglia, bresaola di tonno e salsa tonnata rigorosamente fatta in casa. Un piatto estivo (in estate piena potete sostituire le fragole con il melone) e leggero che però non rinuncia al gusto. Io ho utilizzato un prodotto della Scandia di Morbegno che mi aveva incuriosita e che ho potuto provare in anteprima perché mi è stato inviato per un assaggio: la bresaola di tonno, fatta con i filetti dei tonni Pinna gialla che vengono trattati sulla falsariga della bresaola della Valtellina, ovvero salati a secco con l’aggiunta di spezie e zucchero e poi essiccati. Andando spesso in Sardegna sono una grande estimatrice dei prodotti a base di tonno e questa bresaola, dal gusto delicato e decisamente poco salata rispetto a molti altri prodotti (contrariamente a quanto mi aspettavo), mi è sembrata perfetta per questa insalata. Anzi, per esaltarne il gusto ho preparato una maionese a cui ho aggiunto del tonno sottolio e dei capperi, facendo così una golosa salsa tonnata casalinga. Le fragole danno acidità, i finocchi freschezza e le uova di quaglia si abbinano molto bene alla salsa. Se non doveste trovare la bresaola di tonno, potete ovviamente sostituirla con qualunque pesce affumicato, salmone, tonno, pesce spada, o anche con un carpaccio di pesce crudo, dal salmone al branzino ai gamberi (naturalmente sottoposto preventivamente ad abbattimento di temperatura) e perfino con la bresaola normale se preferite i salumi. Buona giornata!
    Continue Reading

    17 agosto 2017 • Antipasti, Pesce, Piatti unici, Secondi, Uova • Views: 1904