Secondi
Category

  • Polpettine al limone e prezzemolo


    Amo le polpette. Nonostante io non sia una grande appassionata di carne, c’è qualcosa di magico in una polpetta ben fatta, morbida al punto giusto, dorata all’esterno, saporita. Sono buone semplicemente fritte, ma diventano sublimi se cotte nel sugo di pomodoro o, come in questo caso, in una salsa con burro, limone e prezzemolo che ha una leggera, piacevolissima acidità. Insomma, quando ero piccola le polpette al limone erano uno dei miei piatti preferiti, e lo sono tuttora. In Sicilia sono molto diffuse, forse per l’abbondanza di limoni, e ogni famiglia ha la sua ricetta. Facilissime da preparare, attenzione solo a non cuocerle troppo perché sono buone morbide e succose e non secche perché troppo cotte. Ovviamente sulla quantità di succo di limone dovete seguire il vostro gusto: a me piace che il sugo sia abbastanza acidulo, anche perché bilancia il sapore grasso del burro e la clorofilla del prezzemolo, ma regolatevi come più vi piace. Provatele, sono certa che piaceranno anche ai vostri bambini. Buona giornata!

    Continue Reading

    24 gennaio 2017 • Carne, Secondi • Views: 980

  • Gateau (o gattò) di patate

    Oggi ripubblico con nuove foto un altro dei mie piatti preferiti: il gateau – o come lo chiamiamo noi siciliani il gattò – di patate. Era da tempo che volevo rendere giustizia a questo piatto povero ma straordinario e finalmente, nonostante la pioggia e la poca luce, sono riuscita a scattare qualche immagine golosa. Tra l’altro, ho girato anche la video ricetta che pubblicherò a breve su You Tube e ovviamente metterò anche qui. Amo le patate in ogni modo: qui sono un morbido e fragrante contenitore per qualunque ripieno venga in mente. Oggi vi presento il mio ripieno ‘classico’, quello che si fa in famiglia da quando io ho memoria e al quale sono particolarmente affezionata: prezzemolo, provolone e salame Milano. Ma ci sono innumerevoli varianti: ragù e piselli, salsa e melanzane fritte, ricotta e prosciutto, formaggio e mortadella, vegetariano con broccoli affogati e provola…Potrei elencarne decine e decine di tipi…L’unico segreto sta nelle patate: devono essere veramente buone, a pasta gialla, sode e che non assorbano acqua, ma questo – ahimè – non dipende dal cuoco… Se dovesse avanzarne (non succede quasi mai) ricordatevi che è una soluzione perfetta per l’aperitivo: basta tagliarlo a quadratini e diventerà uno sfiziosissimo finger food. Buona giornata!

    Continue Reading

  • Il mio menu creativo per Natale 2016


    Con questo menu concludiamo la nostra maratona natalizia in vista dei pranzi e dei cenoni di Natale e Capodanno. Oggi l’ultimo appuntamento è con il menu creativo, quello più estremo se vogliamo, fatto per chi ama stare in cucina, avrà pochi invitati e vuole coccolarli con piatti diversi, anche un po’ stupendoli con abbinamenti inconsueti e un impiattamento raffinato. Vi ricordo però che potete trovare qualche spunto anche nel menu vegetariano, in quello di carne e in quello di pesce. Iniziamo dagli antipasti: una entrèe dolce-salata, piccoli bignè al gorgonzola dolce Dop con pere caramellate, leggeri e delicati. Quindi un piatto più mediterraneo, che racconta i sapori del sud Italia: un cremoso di pomodoro del Piennolo con mozzarella di bufala e tuorlo d’uovo marinato (omettete la pasta e sostituitela con cialde sottili di pane tostato). Come primo piatto, un risotto particolare, con porri e taleggio, nocciole e un gel allo zafferano da usare in modo creativo disegnando ghirigori dal colore acceso sul piatto. Il secondo è di pesce: involtini di sogliola e tartufo nero pregiato, un abbinamento equilibrato e accattivante per un piatto leggero ma gustoso. Tra i dolci, oltre alla torta al pistacchio, ricotta e fragoline di bosco che ho proposto in tutti e 4 i menu, vi suggerisco un semifreddo dal gusto ‘adulto’, al cioccolato fondente e grappa con una gelatina di fragole all’interno, e una variazione del cannolo siciliano: scomposto e servito al piatto. Chissà, magari qualcuno di voi che come me ama stare in cucina avrà voglia di sperimentare qualche piatto di questo menu. Buona giornata!

    Continue Reading

  • Il mio menu di carne per Natale 2016


    Amanti della carne, eccoci arrivati al menu di carne per le feste natalizie. Se quello vegetariano non è proprio nelle vostre corde, non vi interessa il menu creativo e non amate il pesce, oggi ho qualche piccolo suggerimento che spero vi sarà utile per il pranzo o la cena di Natale, ma anche per il Cenone di Capodanno, anche se la tradizione italiana vuole che in questa occasione si mangi per lo più pesce. Anche questo menu di carne è strutturato con due antipasti, un primo piatto, un secondo e ben tre dolci: una torta comune a tutti i menù, alla quale quest’anno ho tenuto particolarmente, e due dolci al cucchiaio abbastanza leggeri, visto che già avrete mangiato piatti pesanti e ad alto contenuto calorico. Il menu di oggi prevede una entrée minimale, le polpettine di maiale con salsa tonnata, che fanno da apripista ad un antipasto elegante a base di uova, fonduta e tartufo. Per il primo piatto ho voluto suggerirvi una lasagna, piatto della tradizione (potete prepararla in anticipo), ma un po’ diversa dal solito perché a base di zucca e salsiccia. Il secondo piatto è stato uno dei miei preferiti del 2016: il filetto di maiale alla birra, avvolto nel prosciutto crudo e servito con castagne: potete preparare tutto in anticipo e riscaldare a fuoco bassissimo prima di servire. Infine, come dicevo, la torta al pistacchio e due dolci belli ed eleganti ma non pesanti: l’aspic al moscato d’Asti (che fa subito atmosfera natalizia) e la spuma di ricotta al latte di mandorla. Perfetti, anche come colori, per la tavola delle feste.

    Continue Reading

  • Arrosto di maiale alle prugne


    Maiale e frutta, un abbinamento classico e collaudato da sempre. Amo il maiale con le mele o con l’uva o con le castagne, ma era da un po’ che volevo provare ad accostarlo alle prugne secche, anche in vista delle festività natalizie, per preparare un arrosto alternativo, gustoso ma facile da fare. Io l’ho abbinato a delle semplici patate lesse e poi grigliate con olio e fior di sale, ma potete anche studiare uno o due contorni più impegnativi per renderlo un piatto più importante, magari anche adatto a un pranzo natalizio. Vi assicuro che la salsa dell’arrosto, fatta con le prugne secche e il fondo di cottura, è davvero strepitosa: ha un sapore dolce-salato, leggermente agro e morbido, e se riuscirete a cuocere la carne al perfetto punto di cottura, rosea e succosa, questo sarà un piatto che rifarete più e più volte. Io sono già alla terza volta e non ne ho ancora abbastanza. Se preferite, potete preparare questo piatto usando un filetto di vitello, seguendo lo stesso procedimento. Buona giornata!
    Continue Reading

    9 dicembre 2016 • Carne, Secondi • Views: 56

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: