Piatti vegetariani
Category

  • Pasta ai funghi porcini

    Spaghetti con i funghi porcini. Una ricetta semplice, che profuma di autunno e di bosco. E’ un grande classico della cucina autunnale e io non posso dimenticare il profumi dei funghi porcini dell’Etna, il piatto fumante di pasta davanti alla neve e alla lava, piccante e condita con il pecorino canestrato siciliano. I fine settimana a Randazzo erano un tripudio di piatti con i funghi: la pasta, la zuppa, i funghi fritti, quelli trifolati. Qui a Roma trovo al mercato i funghi porcini della Toscana o della Calabria e quindi, visto che siamo finalmente in stagione, eccovi la ricetta. Un solo segreto: scolare la pasta molto al dente e mantecarla a lungo con i funghi e l’acqua di cottura, in modo da ottenere una emulsione saporita e densa ma non oleosa. Ovviamente nella mia pasta con i funghi porcini non possono mancare peperoncino, aglio e prezzemolo, ma non troppo perché ha un gusto invadente. Io cuocio la pasta in un brodo vegetale nel quale metto anche i qualche gambo di funghi, per renderlo più intenso, ma potete anche lessarla in acqua semplicemente. Infine, abbondante pepe nero e pecorino, ovviamente se vi piace. Null’altro, perché il protagonista di questo piatto è il fungo! Una piccola annotazione sulla pasta: qui uso degli spaghetti di grano duro, che restano al dente come piace a me, ma se aveste tempo l’ideale sono delle fettuccine all’uovo fatte in casa, da sbollentare un minuto appena prima della mantecatura (se optate per la pasta all’uovo, vi consiglio di aggiungere una noce di burro al condimento). Non consiglio mai di usare le fettuccine per più di 4 persone, perché sono difficili da gestire sia nell’amalgama del condimento sia nella cottura, spesso troppo prolungata. Al termine della ricetta trovate anche la video ricetta, che è anche sul mio canale You Tube al quale potete iscrivervi con un semplice click per ricevere tutti i miei video. Buona giornata!
    Continue Reading

    11 ottobre 2017 • Pasta, Piatti vegetariani, Primi piatti • Views: 3154

  • Zuppa di pomodori arrosto

    Zuppa di pomodori arrosto. La ricetta di oggi è un po’ come il tempo di ottobre, sospeso tra i raggi ancora caldi del sole e l’inizio di quel vento umido e freddo che ci proietta dentro l’autunno e i suoi colori meravigliosi. Così, questa ricetta è fatta con i pomodori, simbolo rosseggiante dell’estate, ma sotto forma di zuppa calda, per andare incontro ai primi freddi. I pomodori, conditi con sale, zucchero ed erbe aromatiche, vengono cotti in forno, poi spellati e (rigorosamente a mano) fatti a filetti. Rosolati in aglio, olio, scalogno, poco sedano e cotti brevemente con un po’ di brodo vegetale, diventano una zuppa dal gusto piacevolmente in bilico tra acido e dolce. Completo la zuppa con tanti crostini di pane casareccio, erba cipollina fresca, origano e un po’ di ricotta di pecora. Un piatto vegetariano (e vegano se omettete la ricotta) davvero leggero ma confortante e saporito per tutti coloro che stanno tentando di tagliare un po’ le calorie senza rinunciare al gusto. Chissà che non diventi una delle vostre zuppe preferite. Buona giornata.

    Continue Reading

    4 ottobre 2017 • Piatti vegetariani, Vellutate e minestre, Zuppe e creme • Views: 970

  • Fregula allo zafferano con pomodori confit e mandorle

    Insalata di fregula allo zafferano, con pomodori confit e mandorle: una ricetta semplice, mediterranea, vegetariana e colorata, con pochissimi ingredienti, dove tutto è giocato sui colori e sul gusto dei diversi tipi di pomodori. Ovviamente si serve fredda, è una sorta di insalata di pasta un po’ diversa dal solito, che faccio spesso perché a me la fregula piace moltissimo e la trovo una buona alternativa al riso o ai cereali, soprattutto nei piatti estivi. Qui ho dato alla fregula sarda (molti in italiano la chiamano ‘fregola’) un gusto e un colore più decisi grazie all’uso dello zafferano. Ma la vera differenza, in questa ricetta, la fanno i pomodori: più tipologie userete, più questo piatto sarà gustoso. Ogni pomodoro ha caratteristiche proprie: ci sono i corbarini gialli che sono molto dolci (io li ho usati persino per fare un dolce con la mozzarella di bufala), i pomodori camone che hanno una sapidità accentuata, i ciliegini dal gusto marcato e inconfondibile, i datterini morbidi e dolci. Insomma, più varietà di pomodori utilizzerete più questa insalata di fregula risulterà buona. Pochissimi altri ingredienti: olio extravergine, erbe aromatiche fresche (quelle che preferite, io ho usato timo e maggiorana) e mandorle non tostate, ancora con la pellicina esterna, per un gusto più intenso e interessante. Ovviamente potete aggiungere tantissimi altri ingredienti, per renderlo un piatto ancora più completo: cubetti di feta greca o primo sale, ventresca di tonno sott’olio, qualche oliva nera. Ora vi auguro buona giornata e vi lascio alla vostra creatività.
    Continue Reading

    31 agosto 2017 • Pasta, Piatti vegetariani, Primi piatti • Views: 1450

  • Barchette di pasta con le melanzane alla siciliana

    Estate, melanzane, Sicilia: oggi prepariamo la ricetta delle barchette di pasta con le melanzane alla siciliana. Lo so, non è un sillogismo, ma nel mio cuore questo è un trittico che funziona sempre. La ricetta di oggi è ovviamente di ispirazione sicula nell’uso del pomodoro secco, della polpa di melanzana (non capirò mai perché gli chef la chiamano “caviale di melanzane”), dei capperi di Pantelleria, delle alici e della provola dei Nebrodi. Il tutto è ovviamente servito all’interno della melanzana, cotta al forno e svuotata, così si mangia anche il contenitore, che diventa leggermente croccante. Eccetto il tempo necessario per cuocere al forno le melanzane (circa 40 minuti), questa ricetta si prepara in 10 minuti netti e ha tutti i sapori mediterranei perfetti per cenare in una sera d’estate con un bel calice di vino bianco. Ovviamente potete cuocere e svuotare le melanzane in anticipo (anche di un giorno) e vi assicuro che queste barchette sono ottime sia calde sia fredde. Che altro dire? Buona giornata!
    Continue Reading

    10 agosto 2017 • Pasta, Piatti unici, Piatti vegetariani, Primi piatti • Views: 5481

  • Minestra siciliana di zucchina lunga

    Minestra siciliana di zucchina lunga, ricetta di famiglia. Vi chiedete cosa sia? Si tratta della cosiddetta zucchina serpente (lagenaria longissima), detta anche zucchetta da pergola: si può coltivare sia in terra sia a pergola, per l’appunto, e i frutti, verde pallido, stretti e lunghi, possono anche oltrepassare il metro di lunghezza. In Sicilia, la si trova, in estate, da giugno a settembre. Ma già a maggio sul mercato si trovano i famosi tenerumi di “cucuzza longa”, con cui potete preparare gli spaghetti aglio, olio e tenerumiPer i siciliani, questo ortaggio, appartenente alla famiglia delle cucurbitacee, è un pezzetto di cuore. Tradizionalmente, si prepara nel modo più semplice di tutti: a minestra, con filetti di pomodoro e cipolla. Si può arricchire con qualche patata e gustare così, senza null’altro, o servire con pasta o riso. A casa, mia madre ha sempre messo sul fondo del piatto dei dadini di crosta di Parmigiano, ovviamente ben raschiata, per insaporire la minestra. Con mio fratello facevo la gara a chi trovava più pezzetti di formaggio. La minestra siciliana di zucchina lunga si può gustare calda, se la sera è abbastanza fresca, oppure tiepida. Penso che solo un siciliano possa capire l’amore che c’è in questo piatto. Buona giornata.
    Continue Reading