Piatti vegetariani
Category

  • Ravioli di pomodoro in acqua di Parmigiano Reggiano Dop


    Ravioli di pomodoro, con una farcia quasi liquida, in acqua di Parmigiano Reggiano Dop. La ricetta di oggi è, all’aspetto, apparentemente semplice: gli ingredienti sono quelli della pasta italiana più amata di sempre, ma in una veste nuova. Solo pasta, pomodoro e Parmigiano. A cambiare, però, sono le consistenze, in un gioco di sapori e profumi. Per la farcia al pomodoro ho tratto ispirazione da una ricetta di Paolo Lopriore, mentre quella dell’acqua di Parmigiano è una ricetta del sommo chef Massimo Bottura. Ho voluto rendere il tutto più aromatico mettendo tante erbe aromatiche diverse e fresche nel piatto, che sprigionano aromi balsamici a contatto con il brodo caldo. E’ un piatto non difficile, ma di certo ci vuole un po’ di pazienza per realizzarlo, perché si deve preparare l’impasto, fare i ravioli e soprattutto l’acqua di Parmigiano, che va fatta il giorno prima. Vi assicuro, però, che ne vale la pena. E questo sarà uno dei piatti del mio Natale. Buona giornata.

    Continue Reading

    11 dicembre 2017 • Pasta, Piatti vegetariani, Primi piatti • Views: 1273

  • Sformatini di cime di rapa e ricotta


    Sformatini di cime di rapa e ricotta, con una morbida crema di robiola, chicchi di melagrana e noci. Un antipasto che ho studiato per il menu natalizio, leggero ma sfizioso. E, soprattutto facile da preparare anche in anticipo. Potete quindi prepararlo anche il giorno prima e poi scaldarlo in forno a 100 gradi. Le cime di rapa hanno un retrogusto leggermente amaro, esaltato dalla noce moscata e dalla scorza di limone, mentre la crema di formaggio è ricca e morbida. La melagrana è fresca e acidula e le noci sono croccanti: un piatto bilanciato e gustoso, con cui potrete aprire pranzi o cene delle feste in leggerezza, e con un occhio di riguardo ad amici vegetariani. Il procedimento è davvero semplice: vi consiglio di utilizzare gli stampini in alluminio monoporzione o le cocotte da soufflè. La cottura a bagnomaria lascia lo sformatino morbido e cremoso all’interno. Penso che vi piacerà. Buona giornata e buon primo dicembre!

    Continue Reading

    1 dicembre 2017 • Antipasti, Piatti vegetariani • Views: 1196

  • Spaghetti al pesto di rucola, nocciole e caciocavallo

    Pesto di rucola. L’avrete già sentito nominare, probabilmente l’avrete già assaggiato: si tratta di un pesto crudo dal sapore intensamente vegetale, solitamente fatto con pinoli e parmigiano, o pecorino. Io ho provato a dargli un gusto più interessante, dove si sentisse un po’ meno la rucola: ho quindi sostituito i pinoli con le nocciole tostate, e come formaggio ho utilizzato un caciocavallo stagionatissimo, e quindi leggermente piccante. Ovviamente, se non utilizzate il formaggio è un ottimo pesto vegano. Il risultato mi è piaciuto molto. E’ un pesto velocissimo, si prepara in 5 minuti se usate il minipimer, e in poco più se invece (come me) scegliete il mortaio. Inoltre, potete prepararlo in anticipo e conservarlo un paio di giorni in frigorifero, ricoperto da un centimetro di olio extravergine di oliva, oppure suddividerlo in vasetti e, sempre ricoperto con un po’ di olio extravergine, surgelarlo (dovete consumarlo entro un paio di settimane). Ancora, è un pesto che potete usare per condire la pasta, come in questo caso, ma potete anche utilizzarlo sulle bruschette se avete in programma una serata informale o un buffet con vari tipi di salse (guacamole, pesto di pomodori secchi, pesto trapanese). E, in più, non si ossida e non diventa quindi scuro come il classico pesto di basilico. E ora vi auguro buona giornata!
    Continue Reading

    20 ottobre 2017 • Piatti vegetariani, Primi piatti • Views: 2077

  • Pasta ai funghi porcini

    Spaghetti con i funghi porcini. Una ricetta semplice, che profuma di autunno e di bosco. E’ un grande classico della cucina autunnale e io non posso dimenticare il profumi dei funghi porcini dell’Etna, il piatto fumante di pasta davanti alla neve e alla lava, piccante e condita con il pecorino canestrato siciliano. I fine settimana a Randazzo erano un tripudio di piatti con i funghi: la pasta, la zuppa, i funghi fritti, quelli trifolati. Qui a Roma trovo al mercato i funghi porcini della Toscana o della Calabria e quindi, visto che siamo finalmente in stagione, eccovi la ricetta. Un solo segreto: scolare la pasta molto al dente e mantecarla a lungo con i funghi e l’acqua di cottura, in modo da ottenere una emulsione saporita e densa ma non oleosa. Ovviamente nella mia pasta con i funghi porcini non possono mancare peperoncino, aglio e prezzemolo, ma non troppo perché ha un gusto invadente. Io cuocio la pasta in un brodo vegetale nel quale metto anche i qualche gambo di funghi, per renderlo più intenso, ma potete anche lessarla in acqua semplicemente. Infine, abbondante pepe nero e pecorino, ovviamente se vi piace. Null’altro, perché il protagonista di questo piatto è il fungo! Una piccola annotazione sulla pasta: qui uso degli spaghetti di grano duro, che restano al dente come piace a me, ma se aveste tempo l’ideale sono delle fettuccine all’uovo fatte in casa, da sbollentare un minuto appena prima della mantecatura (se optate per la pasta all’uovo, vi consiglio di aggiungere una noce di burro al condimento). Non consiglio mai di usare le fettuccine per più di 4 persone, perché sono difficili da gestire sia nell’amalgama del condimento sia nella cottura, spesso troppo prolungata. Al termine della ricetta trovate anche la video ricetta, che è anche sul mio canale You Tube al quale potete iscrivervi con un semplice click per ricevere tutti i miei video. Buona giornata!
    Continue Reading

    11 ottobre 2017 • Pasta, Piatti vegetariani, Primi piatti • Views: 4517

  • Zuppa di pomodori arrosto

    Zuppa di pomodori arrosto. La ricetta di oggi è un po’ come il tempo di ottobre, sospeso tra i raggi ancora caldi del sole e l’inizio di quel vento umido e freddo che ci proietta dentro l’autunno e i suoi colori meravigliosi. Così, questa ricetta è fatta con i pomodori, simbolo rosseggiante dell’estate, ma sotto forma di zuppa calda, per andare incontro ai primi freddi. I pomodori, conditi con sale, zucchero ed erbe aromatiche, vengono cotti in forno, poi spellati e (rigorosamente a mano) fatti a filetti. Rosolati in aglio, olio, scalogno, poco sedano e cotti brevemente con un po’ di brodo vegetale, diventano una zuppa dal gusto piacevolmente in bilico tra acido e dolce. Completo la zuppa con tanti crostini di pane casareccio, erba cipollina fresca, origano e un po’ di ricotta di pecora. Un piatto vegetariano (e vegano se omettete la ricotta) davvero leggero ma confortante e saporito per tutti coloro che stanno tentando di tagliare un po’ le calorie senza rinunciare al gusto. Chissà che non diventi una delle vostre zuppe preferite. Buona giornata.

    Continue Reading

    4 ottobre 2017 • Piatti vegetariani, Vellutate e minestre, Zuppe e creme • Views: 1682