Pasta
Category

  • Fusilli allo zafferano con asparagi, mandorle e fonduta di Primiero di malga


    Buongiorno! Vi va di fare un’altra ricetta con gli asparagi? Oggi vi lascio un primo piatto dal sapore delicato, molto molto facile da realizzare: fusilloni cotti in acqua aromatizzata con lo zafferano, così diventano di un bel giallo vivace, con asparagi saltati, mandorle tostate e una fondutina di Primiero stagionato di malga, dal forte sentore di erba e latte, che potete eventualmente sostituire con un Asiago stagionato. Ogni mese ha la sua verdura di stagione e per ora tra fave, piselli e asparagi non saprei davvero cosa scegliere. Per questo dovete prepararvi a una invasione di ricette verdi, dai primi ai secondi alle minestre, ricordando però che sono verdure ricche di vitamine, sali minerali, anti ossidanti e, in genere, proprietà benefiche per il nostro organismo. Nell’attesa che arrivino le melanzane e i peperoni… gli asparagi a mio parere si sposano molto bene con lo zafferano, purché sia solo un lieve aroma, e soprattutto con la fonduta di formaggio, morbida e golosa. Se preferite, potete usare anche una pasta lunga, magari lasciando la fonduta un po’ più fluida. Vi auguro una buona giornata!
    Continue Reading

    16 maggio 2017 • Pasta, Piatti vegetariani, Primi piatti • Views: 869

  • Spaghetti con fave, pancetta e pecorino


    Buongiorno! La ricetta di oggi è un primo piatto molto, molto semplice e quindi perfetto per un pranzo o una cena veloce ma gustosa: spaghetti con fave, pancetta e pecorino. Ovviamente ho usato le fave fresche, che sono di stagione, in un classico abbinamento: con il pecorino e la menta. Se siete vegetariani, fermatevi a questi ingredienti. Se non lo siete, potete proseguire nella lettura dell’elenco e aggiungere la pancetta tritata, che dà al piatto un po’ di grasso e un lieve sentore affumicato. E’ una ricetta facilissima, purché le fave siano piccole e tenere: in questo modo potete usarle con tutta la buccia, altrimenti vi toccherebbe eliminare anche la seconda buccia, e il lavoro diventerebbe un po’ più lungo e noioso. Potete utilizzare una pasta lunga secca, come quella che ho scelto io, o anche tagliatelle all’uovo, che rendono il piatto meno rustico. Il suggerimento finale è di non lesinare sul pepe nero, macinato rigorosamente fresco: il suo aroma pungente equilibra il piatto in modo miracoloso. Buona giornata!
    Continue Reading

    10 maggio 2017 • Pasta, Primi piatti • Views: 1392

  • Tagliatelle integrali alla maggiorana, con crema di piselli e patate


    Impastare mi rilassa. Mentre affondo le mani nella farina le tensioni si sciolgono e, nonostante io soffra di una tendinite che sicuramente dal movimento dell’impastare non trae beneficio, la mia mente si svuota. Per questo ogni domenica mi riprometto di riposarmi e finisco, immancabilmente, con l’impastare un po’ di pasta fresca o di pane. Oggi vi lascio una ricetta che, ovviamente, potete anche replicare con un pasta secca, magari all’uovo (anche se io l’ho pensata specificatamente per una pasta di semola), ma vi suggerisco di provare anche voi il mio metodo dell’impasto per rilassarvi un po’. Inoltre, queste tagliatelle sono integrali, fatte con una semola siciliana di grano Russello, profumatissimo, e sono aromatizzate con maggiorana tritata, che le rende ancora più profumate. Sono buone anche condite semplicemente con un filo di olio extravergine e un po’ di pecorino Dop grattugiato, ma ho voluto renderle ancora più primaverili con un condimento veloce e semplice: una crema di piselli arricchita da cubetti di patate. Ricordate di mettere da parte l’acqua di cottura della pasta, perché vi servirà per rendere la crema fluida al punto giusto, in modo che, mantecata con parmigiano e pecorino, ricopra golosamente le tagliatelle. E buona giornata!
    Continue Reading

    3 maggio 2017 • Pasta, Piatti vegetariani, Primi piatti • Views: 1345

  • Ruote con pomodori confit, acciughe e caciocavallo


    La semplicità che conquista: ruote con pomodori confit, acciughe e caciocavallo. Un piatto per nulla impegnativo, che è un tripudio di sapori del mio amato Sud, preparato con i pomodori di Piccadilly e il caciocavallo che ho portato dal mio giro in Puglia. Dal momento che per fare questo piatto servono i pomodori confit, vi consiglio di prepararne un paio di teglie, così ammortizzate i tempi di accensione del forno: per farli venire morbidi e saporiti dovrete tenerlo acceso a 120-130 gradi per almeno un paio d’ore. Ricordate che un pomodoro confit sta su tutto: sul pesce al cartoccio, nella frittata, sulla carne alla pizzaiola… insomma, sicuramente non vi mancheranno le occasioni per utilizzarli. Ovviamente potete prepararli tranquillamente con un giorno di anticipo. Se non vi piacciono le ruote vi consiglio di utilizzare in ogni caso una pasta corta, e di scolarla molto al dente. Questa pasta è buonissima sia calda, sia tiepida, sia fredda ed è quindi un jolly per la primavera e per l’estate ormai prossima: nel caso decideste di gustarla fredda, ricordatevi di tenerla a temperatura ambiente per 30 minuti prima di servirla e di irrorarla con un filo di olio extravergine di oliva. Il caciocavallo deve essere stagionato, per dare quella nota piccantina che fa venire voglia di mangiarne un altro boccone: potete sostituirlo con un provolone piccante.
    Continue Reading

    28 aprile 2017 • Pasta, Primi piatti • Views: 1265

  • Linguine con ragù di scorfano e carciofi allo zafferano

    Buona giornata! Che ne dite di preparare ancora qualche ricetta a base di carciofi, visto che la stagione ce lo permette? Il piatto del giorno è riservato agli amanti del pesce: linguine con ragù di scorfano e carciofi allo zafferano. Lo scorfano, non serve che ve lo dica, è un pesce di fondale dalle carni sode e, anche se è piuttosto difficile da sfilettare (fatelo fare al pescivendolo), ha un sapore eccellente e con testa e lische si prepara uno dei brodi di pesce più buoni di sempre. Indispensabile nelle zuppe di pesce, lo scorfano è ottimo anche da solo e in questa ricetta lo usiamo tutto, in modo da non sprecare nulla: testa e lische per il fondo, filetti per il ragù. Aggiungiamo i carciofi croccanti e il profumo penetrante dello zafferano e il nostro piatto è pronto. Se vi spaventa l’idea di preparare un fondo di pesce, fatevi coraggio e leggete la ricetta fino in fondo, perché vedrete che è di una semplicità disarmante: se ne venisse troppo, potrete tranquillamente congelarlo in piccole porzioni e usarlo per arricchire risotti e primi piatti in genere a base di pesce.

    Continue Reading

    12 aprile 2017 • Pasta, Pesce, Primi piatti • Views: 2158