Pasta
Category

  • Ravioli di pomodoro in acqua di Parmigiano Reggiano Dop


    Ravioli di pomodoro, con una farcia quasi liquida, in acqua di Parmigiano Reggiano Dop. La ricetta di oggi è, all’aspetto, apparentemente semplice: gli ingredienti sono quelli della pasta italiana più amata di sempre, ma in una veste nuova. Solo pasta, pomodoro e Parmigiano. A cambiare, però, sono le consistenze, in un gioco di sapori e profumi. Per la farcia al pomodoro ho tratto ispirazione da una ricetta di Paolo Lopriore, mentre quella dell’acqua di Parmigiano è una ricetta del sommo chef Massimo Bottura. Ho voluto rendere il tutto più aromatico mettendo tante erbe aromatiche diverse e fresche nel piatto, che sprigionano aromi balsamici a contatto con il brodo caldo. E’ un piatto non difficile, ma di certo ci vuole un po’ di pazienza per realizzarlo, perché si deve preparare l’impasto, fare i ravioli e soprattutto l’acqua di Parmigiano, che va fatta il giorno prima. Vi assicuro, però, che ne vale la pena. E questo sarà uno dei piatti del mio Natale. Buona giornata.

    Continue Reading

    11 dicembre 2017 • Pasta, Piatti vegetariani, Primi piatti • Views: 1031

  • Natale 2017, il mio menu di pesce secondo tradizione


    Anche il 2017 sta finendo e siamo arrivati al consueto appuntamento con i menu per le feste. Questo è il primo di quattro menu che spero vi possano dare qualche idea per la cena o il pranzo di Natale e per quelli di Capodanno. Oggi vi lascio il menu secondo tradizione, ovvero quello di pesce: tradizionale si, ma non troppo, perché a pesce al sale, pasta con le vongole, insalata russa di pesce e il risotto con calamari sicuramente ci avrete già pensato da soli. Io volevo darvi una alternativa di pesce ma un po’ diversa dal solito, un po’ ‘pazzerella’ negli abbinamenti: polpo fritto, linguine con cime di rapa e vongole, risotto carciofi e bottarga di muggine, involtini di sogliola e tartufo, un piatto di mezzo che inverte la marcia come la zucca in agrodolce, e infine un dolce al cucchiaio golosissimo. Vi suggerisco anche i dolcetti da servire dopo la mezzanotte, salame di cioccolato (ma senza uova e con tanta frutta secca) e strepitosi tartufini al tahini e fior di sale, che potete mangiare o regalare ai vostri ospiti per lasciarli andare a casa davvero felici. Per arrivare alle ricette dovete solo cliccare sulle foto o sui nomi dei piatti in grassetto. Nei prossimi giorni arriveranno anche il menu di carne, quelle vegetariano e quello creativo, iscrivetevi alla newsletter (se ancora non lo avete fatto) per non perderli. Buona giornata!
    Continue Reading

  • Linguine con vongole e cime di rapa


    Linguine con vongole e cime di rapa. Un piatto facile da preparare ma originale, colorato, buono e di grande impatto visivo. È un primo piatto di pesce che strizza l’occhio alla montagna, e secondo me è perfetto per un menu diverso dal solito in vista delle festività natalizie. Il gusto è fresco, perché si sente molto bene la punta amara delle cime di rapa, che potete dosare nella quantità che preferite. Il gusto della verdura è arricchito da un soffritto di aglio, olio e peperoncino. Il limone regala acidità e freschezza. Le vongole, soprattutto se veraci (ma anche i lupini hanno un gusto sapido e intenso), apportano una bella nota salina e il loro caratteristico sapore di mare. Potete scegliere se mantecare le linguine con vongole e cime di rapa con un po’ di pecorino (so che ad alcuni il formaggio nel pesce non piace, ma dipende dai gusti e, secondo me, qui può dare quel tocco in più), oppure guarnirla soltanto con briciole di pane fritto, croccanti e gustose. Spero proprio che questo piatto vi piaccia. Buona serata!
    Continue Reading

    30 novembre 2017 • Pasta, Primi piatti • Views: 1312

  • Malloreddus alla campidanese


    Malloreddus alla campidanese. Oggi vi lascio una ricetta sarda, anzi, uno dei pilastri della cucina tradizionale della Sardegna, che sintetizza la cultura agropastorale dell’isola passando attraverso i pomodori (tradizionalmente si usano quelli delle pianure di Serramanna), la salsiccia e quindi l’allevamento del maiale, lo zafferano che trova nella zona compresa tra i comuni di San Gavino e di Turri la sua migliore espressione e il pecorino sardo, vanto della Sardegna. E’ un piatto semplice, rustico, contadino, che riunisce il meglio del Medio Campidano, quel territorio pianeggiante tra Sanluri e Villacidro dove i pascoli, l’allevamento del maiale e la coltivazione dello zafferano sono di antica tradizione. La ricetta vuole che i pomodori si usino freschi, ma ovviamente quando non sono di stagione io uso i pelati interi, in modo da poterli stracciare a mano, per dare quel tocco rustico, che è caratteristico in questa ricetta. Per quanto riguarda la salsiccia, sceglietene una che abbia al suo interno il finocchietto. Infine, sul fronte formaggio, io uso un “Pecorino sardo Dop” in fase di mantecatura, ma poi completo sempre la ricetta con un formaggio “Fiore sardo Dop” stagionato, che conferisce al piatto un profumo di affumicato, rendendolo speciale.
    Continue Reading

    25 ottobre 2017 • Pasta, Primi piatti • Views: 1626

  • Pasta ai funghi porcini

    Spaghetti con i funghi porcini. Una ricetta semplice, che profuma di autunno e di bosco. E’ un grande classico della cucina autunnale e io non posso dimenticare il profumi dei funghi porcini dell’Etna, il piatto fumante di pasta davanti alla neve e alla lava, piccante e condita con il pecorino canestrato siciliano. I fine settimana a Randazzo erano un tripudio di piatti con i funghi: la pasta, la zuppa, i funghi fritti, quelli trifolati. Qui a Roma trovo al mercato i funghi porcini della Toscana o della Calabria e quindi, visto che siamo finalmente in stagione, eccovi la ricetta. Un solo segreto: scolare la pasta molto al dente e mantecarla a lungo con i funghi e l’acqua di cottura, in modo da ottenere una emulsione saporita e densa ma non oleosa. Ovviamente nella mia pasta con i funghi porcini non possono mancare peperoncino, aglio e prezzemolo, ma non troppo perché ha un gusto invadente. Io cuocio la pasta in un brodo vegetale nel quale metto anche i qualche gambo di funghi, per renderlo più intenso, ma potete anche lessarla in acqua semplicemente. Infine, abbondante pepe nero e pecorino, ovviamente se vi piace. Null’altro, perché il protagonista di questo piatto è il fungo! Una piccola annotazione sulla pasta: qui uso degli spaghetti di grano duro, che restano al dente come piace a me, ma se aveste tempo l’ideale sono delle fettuccine all’uovo fatte in casa, da sbollentare un minuto appena prima della mantecatura (se optate per la pasta all’uovo, vi consiglio di aggiungere una noce di burro al condimento). Non consiglio mai di usare le fettuccine per più di 4 persone, perché sono difficili da gestire sia nell’amalgama del condimento sia nella cottura, spesso troppo prolungata. Al termine della ricetta trovate anche la video ricetta, che è anche sul mio canale You Tube al quale potete iscrivervi con un semplice click per ricevere tutti i miei video. Buona giornata!
    Continue Reading

    11 ottobre 2017 • Pasta, Piatti vegetariani, Primi piatti • Views: 4485