Dolci (torte, biscotti, dolci al cucchiaio, muffin, etc.)
Category

  • Tartellette al cioccolato bianco con frutti di bosco


    Buongiorno! Oggi prepariamo una crostata, o meglio una tartelletta, dal gusto fresco, con tanti frutti di bosco, una frolla croccante alle mandorle e una crema fredda al cioccolato bianco e limone. E’ davvero golosa e nessuno potrà resistere al suo gusto dolce-acidulo. L’unica cosa che dovete obbligatoriamente fare, è prepararla con un giorno di anticipo, perché la ganache al cioccolato deve rassodare in frigorifero per 24 ore prima di raggiungere la giusta consistenza: compatta ma assolutamente cremosa. Un piacere infinito. La scorza di limone dà al dolce quella parte agrumata che lo rende piacevolissimo, mentre come guarnizione io ho usato fragoline di bosco e mirtilli, ma potete utilizzare lamponi, fragole normali, kiwi, mango, maracuja: insomma, qualunque frutto voi preferiate, a patto che sia a tendenza acidula, per creare il contrasto con la dolcezza del cioccolato bianco. Veniamo alle dimensioni: io ho fatto tante tartellette piccole, di circa 5 centimetri di diametro, perché le ho servite come piccola pasticceria con il caffè alla fine di una cena. Ma potete anche fare una unica crostata (con queste dosi del diametro di 20 centimetri circa) e tagliarla normalmente a fette per servirla. E’ un dolce semplicissimo ma strepitoso! Buona giornata!

    Continue Reading

  • Torta madeleine con ricotta, meringhe e fragole


    Torta madeleine con crema di ricotta, meringa e fragole. Questo è il dolce che vorrei preparare per la mia mamma se fosse con me a Roma il giorno della festa della mamma. Io non posso farlo, perché lei è a Messina, ma mi rifarò quando i miei genitori verranno a trovarmi a giugno. Così, spero che serva a qualcuno di voi per festeggiare la propria mamma, ma anche per una occasione particolare con amici, parenti, o semplicemente con la persona che amate. Io ci metto il cuore, voi un po’ di tempo in cucina: mi pare uno scambio equo. Il dolce, al di là della presentazione, è facilissimo da fare: una base soffice con tutto il sapore delle madeleine (ne vado pazza), una composta di fragole fresche, una morbida crema di ricotta, qualche meringa per la nota croccante (io le faccio sempre quando mi avanzano gli albumi, così ne ho sempre una scorta in casa, ma potete comprarle o sostituirle con qualche mandorla), fragole fresche e menta. E’ un dolce goloso ma elegante, fresco e morbido. La base madeleine è così soffice che non ha bisogno di bagna, è sufficiente la composta di fragole per mantenerla umida. La crema ha un gusto pieno e rotondo e le fragole danno una bella acidità. Non spaventatevi: dovete solo preparare le basi (occhio che prima di cuocere deve riposare per tre ore) e poi divertirvi con una tasca da pasticceria. Spero che qualcuno di voi mi dia fiducia e provi a farlo. Buona giornata!
    Continue Reading

  • Gelo di fragole, con panna


    Finalmente il cambio di stagione porta qualche novità anche nella fruttiera: arrivano le fragole e, se siete così fortunati da trovarne qualcuna davvero dolce, vi consiglio di provare questo morbidissimo e profumato gelo di fragole, che io servo con una dadolata di fragole con limone e menta e un po’ di panna montata (zuccherata ovviamente, alla siciliana) e pistacchi tritati. La tradizione siciliana dei geli di frutta è consolidata e io li amo molto, da quello di anguria a quello di mandarini. E ne vedrete molti altri prossimamente, a base di frutta e non. E’ un dolce facilissimo da preparare, il margine di errore è pari a zero: ovviamente l’unica variabile è la fragola, che deve essere dolce, altrimenti dovrete aumentare la dose di zucchero. La consistenza è cremosa, il gusto fresco, ma grazie alla panna diventa un vero e proprio dessert elegante da fine pasto. Se lo gusto a occhi chiusi, il sapore è proprio quello della mia amata granita siciliana di fragole. Per i più piccoli sarà una merenda golosissima, e se non volete usare la panna potete servirlo con biscotti leggeri, come le lingue di gatto. Vi consiglio di servirlo in coppette perché ho provato a metterlo in stampini e sformarlo, ma per farlo dovrebbe essere molto più gelatinoso: io invece amo questa consistenza morbida, cremosa e quindi lo servo al cucchiaio. Buona giornata a tutti!

    Continue Reading

  • Cheese cake senza cottura, con more e mirtilli


    Buongiorno! Come avrete capito amo molto le cheese cake, con una netta preferenza per quelle cotte in forno. Visto che, però, andiamo incontro alla bella stagione e che in tanti me l’avete chiesta, oggi vi propongo la versione senza cottura, che è sicuramente più fresca, anche grazie alla composta di frutti di bosco che la guarnisce. In questa ricetta, che trovate anche in versione video passo passo sul mio canale You Tube, non utilizzo la colla di pesce, che spesso viene messa per stabilizzare il dolce e renderlo più compatto e farlo durare più a lungo. Io ho preferito non usarla perché volevo una cheese cake morbidissima, cremosa e non eccessivamente compatta. Ovviamente, il mancato utilizzo della gelatina ha un costo: innanzitutto il dolce deve riposare in frigorifero per almeno 8 ore per rassodare il più possibile. Secondariamente, questa cheese cake si conserva per meno tempo, e quindi vi suggerisco di consumarla nel giro di 24 ore. Se, invece, volete un dolce che si conservi in frigorifero fino a 3 giorni, allora dovete per forza aggiungere la colla di pesce sciolta in dose di 6 grammi in poca panna calda e poi aggiunta al formaggio cremoso prima di unire il resto della panna montata (ve lo spiego meglio nel testo della ricetta). Potete prepararla con il mascarpone, la ricotta o con un formaggio fresco tipo Philadelphia (anche light) o robiola. Qualunque versione scegliate, sono certa che vi piacerà. Buona giornata!
    Continue Reading

  • Vegetariano, di carne o da picnic? Il mio menu di Pasqua 2017


    Ve lo dico con molta onestà: quest’anno avevo deciso di non fare un articolo con i consigli per il menu di Pasqua, perché ci sono tanti piatti tipici che attraversano l’Italia e tanti sono i gusti che non avevo davvero voglia di fare una sintesi. Però in molti mi avete chiesto qualche idea, qualche suggerimento, e così ho cercato di vincere l’innata pigrizia che mi coglie in primavera e ho elaborato tre piccoli menu. Uno di carne, per chi non rinuncia all’agnello, uno vegetariano, fresco e primaverile, e uno per chi a Pasqua e a Pasquetta punta al tradizionale picnic. Ferma restando che la tradizione italiana pasquale di carne vede protagonista l’agnello, ho cercato di includere un po’ di piatti che non possono mancare sulla tavola come le lasagne, in una versione vegetariana, la pasta fresca (con il ragù di agnello), le torte salate (con carciofi, asparagi), i gateau di patate, ma anche alcuni piatti tipici della mia Sicilia, dalla frittedda agli arancini. Tra i dolci l’immancabile salame di cioccolato, ma anche crostate ai frutti di bosco, la tradizionale cassata al forno siciliana e biscotti, perfetti per una gita fuori porta. Oltre alle ricette con la foto, trovate in neretto alcune ulteriori alternative che potrebbero esservi utili. Insomma, spero che ciascuno di voi trovi un possibile spunto… buona pasqua!
    Continue Reading