Cannelloni al ragù di porcini, zucca e speck

Cannelloni al ragù di porcini, zucca e speck

Cannelloni al ragù di porcini, zucca e speck

Cannelloni al profumo di autunno, con un ragù di zucca, funghi porcini e speck, aromatizzati con salvia, rosmarino, chiodi di garofano e cannella e ricoperti da una besciamelle al pecorino. Un primo piatto che dà il mio benvenuto a questa splendida stagione e alle verdure eccellenti che ci porta in tavola. Si tratta, non c’è bisogno di dirlo, di un sostanzioso piatto unico che non potrà non piacere a tutti, grandi e piccini. Io ho fatto la sfoglia in casa, ma per comodità vi metto tra gli ingredienti quella che si acquista fresca al banco frigo del supermercato: la ricetta della pasta all’uovo la trovate comunque nelle basi, se volete cimentarvi. Ve lo consiglio, anche se siamo molto in anticipo, anche per la cena di Natale, magari sotto forma di lasagna, ancora più semplice da preparare.

Ingredienti per 4 persone: 

  • 500 grammi di besciamelle (per la ricetta cliccate qui sulle basi) alla quale vanno mescolati, mentre è ancora calda, 80 grammi di pecorino stagionato Dop grattugiato
  • 30 grammi di burro
  • una confezione di lasagna fresche (se però volete fare, come ho fatto io, la pasta all’uovo in casa cliccate qui sulle basi)
  • poco brodo vegetale

per il ragù

  • 400 grammi di macinato di manzo di prima scelta
  • mezza carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 cipolla dorata
  • 400 grammi di zucca rossa
  • 300 grammi di funghi porcini
  • 100 grammi di speck in una sola fetta
  • 2 chiodi di garofano
  • un rametto di rosmarino
  • 3 foglie di salvia
  • un pizzico di cannella
  • sale e pepe quanto basta
  • 8 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 2 cucchiai di concentrato di pomodoro
  • 200 millilitri di vino bianco secco
  • 500 millilitri di brodo vegetale

Per il ragù (che potete preparare anche con un giorno di anticipo) dopo avere lavato bene tutte le verdure tritare finemente la cipolla, il rosmarino e la salvia. Tagliare a pezzetti la carota e il sedano. Tagliare a dadini di circa mezzo centimetro la zucca, pulire i funghi dal terriccio con un panno morbido o aiutandovi con un coltello e farli a tocchetti non troppo piccoli. Tritare al coltello lo speck, mettendone da parte un cucchiaio per la guarnizione del piatto.

Rosolare a fuoco alto i dadini di zucca con due cucchiai di olio in una padella e, quando avranno formato una crosticina dorata, metterli da parte. Saltare, nella stessa padella, anche i funghi e metterli da parte.

Mettere in una ampia casseruola l’olio evo, unire cipolla, carota e sedano e farli appassire a fuoco basso. Quando saranno appassiti, aggiungere la salvia e il rosmarino, poi lo speck. Rosolare tutto e aggiungere, piano piano, il macinato, mescolando bene in modo che risulti tutto ben rosolato, senza parti crude. Quando il macinato avrà cambiato colore, aggiungere il concentrato di pomodoro, i chiodi di garofano e la cannella. Alzare il fuoco e sfumare con il vino bianco: fare evaporare la parte alcolica e unire il brodo vegetale. Regolare di sale e di pepe e fare cuocere, coperto, per mezzora. Poi unire la zucca e i funghi e proseguire la cottura per mezzora circa. Il ragù dovrà risultare ben ristretto, perché sarà il ripieno dei cannelloni: se dopo un’ora fosse ancora un po’ lento, togliere il coperchio e alzare il fuoco, facendo cuocere fino a raggiungere la consistenza desiderata. Rosolare in padella senza altri grassi lo speck rimasto in modo da renderlo croccante.

Preriscaldare il forno a 200 gradi. Coprire il fondo di una teglia da lasagne con un velo di besciamelle. Tagliare a metà ogni foglio di lasagna in modo da ottenere dei rettangoli e riempirli generosamente con il ragù. Arrotolarli con delicatezza su se stessi e disporli nella teglia, l’uno accanto all’altro. Coprire i cannelloni con la besciamelle, un po’ di ragù (se vi avanza) e cospargerli con lo speck croccante, un po’ di pecorino e il burro a fiocchetti. Versare un cucchiaio di brodo a ogni angolo della teglia e coprire con la carta alluminio. Infornare per 20 minuti, poi togliere la carta alluminio e lasciare gratinare i cannelloni altri due minuti. Sfornare e farli riposare cinque minuti prima di servire, in modo che si rassodino e sia più facile toglierli dalla teglia.

L’ABBINAMENTO: Un primo piatto deciso a cui abbiniamo un rosso di corpo come il Nobile di Montepulciano Docg. Abbiamo scelto quello prodotto dall’azienda Godiolo e, in particolare, suggeriamo il Nobile dell’annata 2008, con profumi di frutta rossa matura, piacevolmente speziato e dal gusto rotondo ed equilibrato.

 

13 Responses to Cannelloni al ragù di porcini, zucca e speck

  1. Alice ha detto:

    Una ricetta favolosa!! l’ho fatta 2 volte, la seconda per una cena tra amici e hanno fatto furore, anche se invece dei porcini ho usato gli champignon ed il sapore un po’ ne ha risentito! la cosa più buona è il saporino che prende il ragù con tutte quelle spezie!! consiglio di non tralasciarne nessuna, specie la cannella, anche se non piace, perchè nell’insieme da un profumo e un sapore insostituibili!

    • Siciliani creativi in cucina ha detto:

      Ciao Alice, benvenuta e grazie di cuore! Con il tuo commento mi hai reso felice! Ho adorato questo piatto e sono contenta sia piaciuto anche a te. Sulle spezie hai perfettamente ragione, concorrono a creare un profumo irresistibile! Un caro saluto, Ada

  2. patrizia galiero ha detto:

    Ma è meravigliosa la ricetta: la copio subito. Grazie e buona serata
    Patrizia di Cucina con Dede

  3. barbara ha detto:

    grazie mille per la ricetta Ada!!!in bocca al lupo

  4. Tienen una pinta espectacular y es que a mi me gusta la pasta ¡sí o sí!

    B7ssss

  5. Giovanna Bianco ha detto:

    Hai abbinato sapori e profumi diversi e il risultato è eccellente. Complimenti Ada, sempre bravissima.

  6. annaferna ha detto:

    potrei pianger dall’emozione davanti ad un piatto così ^_^
    bacio

  7. Roberta ha detto:

    Hai fatto pure la sfoglia in casa Ada???? Non superbi, di più!
    Baci!!!!

    • Siciliani creativi in cucina ha detto:

      Ciao Roberta! Sì, mi sono dilettata… ma sai che ci si sta pochissimo, ho deciso che non vale la pena comprarla… So che anche tu sei una zuccamaniaca! Un abbraccio, Ada

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *