Calamarata con calamari e piselli al limone

  • calamaratacalamariepiselliLOGO
  • calamaratacalamariepiselliLOGO2

Vi propongo questo piatto semplice ma diverso dal solito, soprattutto nell’impiattamento, in vista del Cenone di Capodanno, quando la sorpresa è d’obbligo, così come l’abbondanza del pasto, ma con la necessità di non spendere troppo, visti i tempi che corrono. Per questo primo di pasta (perfetto anche per il menu della vigilia di Natale)  ho scelto non molluschi o crostacei, ma dei più umili calamari: cotti con piselli, vino bianco, paprika dolce  e limone sono buonissimi e li ho abbinati alla calamarata, ma sono perfetti anche i paccheri. Il tocco in più è tutto nell’impiattamento: la calamarata e i calamari sono disposti  in piedi in modo apparentemente casuale, con le codine del pesce che fuoriescono dalla pasta, con le bucce del limone e il prezzemolo che guarniscono il tutto.  Vi assicuro che porterete in tavola un piatto buonissimo, bello da vedere,  che piacerà a tutti e che non vi peserà troppo sulle tasche.

Ingredienti per 4 persone: 

  • 6-8 calamari di piccole dimensioni
  • 350 grammi di calamarata o di paccheri
  • 200 grammi di piselli (surgelati purtroppo)
  • uno scalogno
  • uno spicchio di aglio in camicia
  • prezzemolo quanto basta
  • la scorza grattugiata di un limone
  • mezzo bicchiere di vino bianco secco
  • sale e pepe quanto basta
  • un pizzico di paprika dolce
  • un pezzetto di peperoncino
  • 8 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 2 cucchiai di concentrato di pomodoro
  • 150 millilitri di brodo vegetale fatto con un pezzetto di carota, di cipolla e di sedano

Lavare e asciugare i calamari (fateveli pulire dal pescivendolo) e tagliarli a rondelle non troppo sottili, mentre le codine le taglierete a metà. Tritare finemente lo scalogno e il prezzemolo.

Mettere in una padella l’olio e l’aglio in camicia e farlo soffriggere senza prendere colore. Rimuovere l’aglio e unire la cipolla, rosolarla a fuoco basso finché non diventa morbida e aggiungere il concentrato di pomodoro. Quando il concentrato si sarà amalgamato all’olio e alla cipolla, alzare il fuoco e unire il peperoncino e i calamari: farli rosolare con cura, sfumare con il vino bianco e lasciare evaporare la parte alcolica.

Aggiustare di sale e pepe e aggiungere la paprika e il prezzemolo,  quindi unire un po’ di brodo (non tutto, probabilmente ve ne basterà la metà) e lasciare cuocere coperto a fuoco medio per 10 minuti circa, poi aggiungere i piselli e cuocere per altri 10 minuti circa. A questo punto i calamari saranno cotti e morbidi: se il sugo fosse troppo lento, scoprire, alzare il fioco e fare restringere per qualche minuto, se risultasse invece troppo denso, allungarlo con qualche cucchiaiata di brodo. Unire la scorza di limone grattugiata e mettere da parte.

Lessare la pasta in abbondante acqua salata e scolarla molto al dente, in modo da mantecarla per uno o due minuti con il sugo di calamari e piselli in padella. Quando la pasta sarà permeata dal sugo e lucida, impiattare mettendo in modo casuale sui piatti la calamarata in piedi e i calamari (aiutatevi con una pinza da cucina), disponendo in ogni piatto 2 codine in modo che fuoriescano da una calamarata. Poi distribuire i piselli e il sugo, aggiungere qualche foglia di prezzemolo e delle scorze di limone: usate la fantasia nell’impiattamento! Servire immediatamente.

L’ABBINAMENTO: La presenza dei piselli conferisce a questa ricetta delle note dolciastre che suggeriamo di contrastare con un vino secco e sapido. Suggeriamo di abbinare ‘Castagnolo‘, un Orvieto classico Doc dell’azienda Barberani di Orvieto. I suoi sentori di frutta fresca, la sua mineralità e persistenza sono un buon accostamento con questo primo piatto.

6 Responses to Calamarata con calamari e piselli al limone

  1. spoon-stories ha detto:

    I like seafood very much and I dont find very often recipes that contain ingredients with interesting results.I never tried calamari with peas before. Your photos are lovley as always..
    Thank you !

  2. gisella miceli ha detto:

    Ciao Ada,buonissimo piatto,sembra quasi un palindromo!!!!Grande fantasia,sarà di facile esecuzione(unica difficoltà trovare il calamaro fresco di mare)
    Saluti
    Migrante siciliana

  3. tamara ha detto:

    Bella calamarata, bel condimento, soprattutto la scorza di limone sta benissimo con i calamari, ottimo per il cenone, goditi la tua Sicilia…un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *