gennaio, 2017
Archive

  • Gateau (o gattò) di patate

    Oggi ripubblico con nuove foto un altro dei mie piatti preferiti: il gateau – o come lo chiamiamo noi siciliani il gattò – di patate. Era da tempo che volevo rendere giustizia a questo piatto povero ma straordinario e finalmente, nonostante la pioggia e la poca luce, sono riuscita a scattare qualche immagine golosa. Tra l’altro, ho girato anche la video ricetta che pubblicherò a breve su You Tube e ovviamente metterò anche qui. Amo le patate in ogni modo: qui sono un morbido e fragrante contenitore per qualunque ripieno venga in mente. Oggi vi presento il mio ripieno ‘classico’, quello che si fa in famiglia da quando io ho memoria e al quale sono particolarmente affezionata: prezzemolo, provolone e salame Milano. Ma ci sono innumerevoli varianti: ragù e piselli, salsa e melanzane fritte, ricotta e prosciutto, formaggio e mortadella, vegetariano con broccoli affogati e provola…Potrei elencarne decine e decine di tipi…L’unico segreto sta nelle patate: devono essere veramente buone, a pasta gialla, sode e che non assorbano acqua, ma questo – ahimè – non dipende dal cuoco… Se dovesse avanzarne (non succede quasi mai) ricordatevi che è una soluzione perfetta per l’aperitivo: basta tagliarlo a quadratini e diventerà uno sfiziosissimo finger food. Buona giornata!

    Continue Reading

    16 gennaio 2017 • Finger food, Piatti unici, Pizze, torte rustiche e lievitati, Secondi, Sfizi • Views: 18974

  • Recensioni: I Ruggeri, in tavola la tradizione messinese rivisitata

    ruggeri13

    In una città come Messina, affacciata sul mare Ionio, trovare una cucina di pesce di buona qualità, sia in versione tradizionale sia rivisitata in chiave moderna non dovrebbe essere un problema. Così non è: la mia città, devo ammettere, non si fa notare sicuramente né per spirito di imprenditorialità né per capacità di innovare nel comparto della ristorazione. I ristoranti che vanno per la maggiore sono infatti quasi sempre gli stessi e propongono una cucina saldamente ancorata a uno stile legato alla tradizione, con poca innovazione e minimo sforzo di fantasia, e quasi sempre un po’ ingessati e dedicati ai grandi eventi. Negli anni, inoltre, molti locali storici di livello hanno chiuso i battenti, e sono stati rimpiazzati da pizzerie, pub e brasserie che guardano a un pubblico giovane, con una cucina meno impegnativa e costi di conseguenza. In questo contesto, merita un plauso l’iniziativa dei fratelli Franco e Alvise Ruggeri, che animano il ristorante I Ruggeri – boutique restaurant in una delle zone più frequentate del centro storico, nelle immediate vicinanze del Teatro Vittorio Emanuele (non a caso il locale si pone anche come meta privilegiata per il dopo teatro, anche semplicemente per bere un buon calice e gustare un dessert). Il papà Franco e il figlio Alvise hanno le idee chiare, anche grazie alle precedenti esperienze nella ristorazione: il ristorante consta di due piccoli ambienti, con pochi tavoli, colori caldi sui toni dell’arancio, luci basse, un’atmosfera intima e accogliente. Alle pareti, si snodano lunghe panche con molti cuscini colorati e tanti quadri. La mise en place è semplice ed elegante, con runner chiari e piccoli centro tavola a base di frutta secca e fresca.

    Continue Reading

    13 gennaio 2017 • recensioni • Views: 139

  • Laugen (pane altoatesino)


    Se amate impastare, vi inebriate con il profumo del pane appena sfornato e siete golosi, dovete salvare questa ricetta e provarla almeno una volta. Anche se, una volta provati, diventerete dipendenti dai Laugenbrot. Di che si tratta? Questa è una ricetta altoatesina: i Laugen (brot vuol dire pane in tedesco, quindi ‘panini Laugen) sono piccoli, morbidi, con un meraviglioso profumo di burro e un sapore pungente e particolare, assolutamente unico, dovuto alla bagna a base di sale e bicarbonato in cui li si tuffa prima di cuocerli. Potrei cercare di descrivervi meglio il sapore, ma non riuscirei a rendere la bontà di questo panino. Bisogna per forza assaggiarlo. Sono buonissimi con burro e marmellata, perché il loro sapore leggermente salato si sposa bene con il dolce, e sono altrettanto deliziosi con salumi, formaggi e salmone affumicato. Io ho scelto quest’ultimo, con abbondante burro, per ingolosirvi in questa foto. Veniamo a cose pratiche: sono molto, molto facili da fare, ma ovviamente ci sono tempi e dosi da rispettare. Io vi do due ricette: una con lievito madre (di Sara Papa) e una con lievito di birra fresco. La prima ha tempi di lievitazione più lunghi, la seconda è molto veloce. Scegliete voi, io le ho provate entrambe e non entrambe fantastiche. Mangiateli con quello che preferite e, davvero, state attenti perché sono come le ciliegie… Buona giornata.
    Continue Reading

    11 gennaio 2017 • Piatti vegetariani, Pizze, torte rustiche e lievitati • Views: 92

  • Recensioni: “Lievito”, pizza di qualità e birre artigianali a Messina


    Complici le vacanze natalizie, ho deciso di provare un paio di locali nella mia città, Messina. Tra questi “Lievito“, un format in franchising che ha aperto la scorsa primavera in piazza Duomo, ovviamente centralissima e da poco diventata isola pedonale. Ho sempre avuto dei grossi dubbi sulle formule in franchising, ma stavolta sono rimasta piacevolmente sorpresa. Il sottotitolo di questo locale è “Pizza & birra” perché in carta di sono birre artigianali ben selezionate, accompagnante anche a rustici e dolci home made. L’idea è di due imprenditori calabresi, Rocco Caridi (esperto di panificazione e creatore del pub “Malto Gradimento” a Reggio Calabria) e Francesco Donato (esperto di birre), che hanno dapprima aperto un primo locale a Reggio Calabria e successivamente, da aprile 2016, hanno deciso di replicare dall’altra parte dello Stretto, affidando la gestione della pizzeria di Messina a cinque soci, con l’idea di sbarcare a Londra (data di apertura prevista fine gennaio 2017), e il progetto di aprire anche a Roma e in altre città della Sicilia, come Palermo e Catania. Lievito è in una posizione strategica, nel pieno centro di Messina: gli arredi sono essenziali (quasi spartani), giocati sui toni naturali del verde e del marrone. Sedie in resina, tavoli ben distanziati e spaziosi, illuminazione moderna ma non omogenea. Il locale si articola su più livelli e in diversi ambienti ed è un po’ rumoroso, anche perché – a quanto ho potuto constatare – è molto frequentato.
    Continue Reading

    7 gennaio 2017 • recensioni • Views: 108

  • Linguine con pomodorini gialli gratinati, alici e maggiorana


    Avete mai provato i pomodorini gialli? Sono molto dolci e, rispetto ai pomodori rossi, sono caratterizzati da una totale assenza di acidità. Questo li rende ideali sia in piatti salati, sia in piatti dolci (date una occhiata alla mia chantilly di mozzarella con pomodorini gialli canditi). Fino a qualche tempo fa erano un ingrediente per pochi: difficili da trovare, spesso usati dagli chef per stupire con un colore inconsueto. Oggi si trovano facilmente nei grandi supermercati, sia freschi, sia in conserva. E allora, perché non provarli in un piatto semplice e solare, che ne esalti la dolcezza contrastandola con il sale delle acciughe e i profumi della maggiorana? Il piatto che vi propongo è composto da linguine con pomodorini gialli gratinati, saltati in alici e olio extravergine e profumati con la maggiorana. Un piatto rustico e facile da realizzare, perfetto per una cena tra amici o una bella spaghettata di mezzanotte.

    linguinepomodorigialliealici

    Continue Reading

    3 gennaio 2017 • Pasta, Primi piatti • Views: 96